giovedì 28 novembre 2013

Trama completa: Cuidado con el ángel


(Trama a cura di Marianna. E' vietato copiare il contenuto in altri siti! Grazie!)Juan Miguel San Román (William Levy) è uno psichiatra molto conosciuto, professore universitario, milionario, sposato con Viviana (Nailea Norvind), e ha una bambina bellissima, Mayta.
Ma la sua vita non è felice poiché è tormentato da un segreto del passato che gli impedisce di essere in pace con se stesso e di amare sua moglie.
Tutto cambia quando conosce una ragazzina, Maria de Jesus (Maite Perroni), chiamata da tutti Marichuy, che entra subito nel suo cuore.
La ragazza è stata abbandonata appena nata e consegnata nelle mani di padre Anselmo da sua madre, in un tentativo disperato di salvare la sua vita e donarle un futuro migliore, sentendosi ormai vicina alla morte.
In realtà, però, la donna si riprende e riesce a guarire dalla sua malattia, ma quando cerca sua figlia, già è lontana e perde le sue tracce poiché il sacerdote, non potendola tenere con sè,  l'aveva portata in un orfanotrofio.
Marichuy, all'età di 14 anni, scappa dall'orfanotrofio e viene accolta da una signora dal cuore grande, Candelaria, lavandaia presso la quale vive da allora.
Ma prima di essere accolta dall'anziana signora, Marichuy si imbatte in un ragazzo che, ubriaco, la molesta durante una notte di pioggia.
La ragazza non riesce a dimenticare quell'episodio e da quel momento si allontana da qualsiasi uomo, credendo di non poterne mai amare uno e tantomeno crearsi una famiglia propria.
Un giorno, Marichuy, viene coinvolta in una rissa in una discoteca dove si trova insieme ad alcuni suoi amici artisti.
Portata alla delegazione più vicina, la ragazza rivede Juan Miguel e fingendo di essere solo una vittima e di aver paura della reazione dei suoi genitori severi, riesce a farsi rilasciare e a convincere il giudice Velarde di essere innocente.
Nel frattempo arriva in città Estefania (Ana Patricia Rojo) che si reca a far visita a sua zia Isabel. La donna approfitta dell'arrivo della nipote per organizzare un piano per impossessarsi del patrimonio della famiglia Velarde.
Infatti, quando Cecilia, madre di Marichuy, aveva abbandonato sua figlia, Isabel, amica della donna, aveva vissuto con lei i momenti più tristi e le era stata accanto confortandola.
Quando la donna vede sul giornale un articolo dedicato alla festa data in occasione dell'anniversario di matrimonio di Cecilia con Patricio Velarde, decide di farsi viva e presentarsi davanti all'amica confessandole un segreto sconvolgente: finge di aver ritrovato la sua bambina e che ora è diventata una donna e che vive con lei.
Cecilia rimane scioccata e non capisce perché la donna non le abbia rivelato tutto prima. Isabel si scusa e le dice di avere avuto molta paura e di aver trovato il coraggio solo in quel momento.
Estefania entra a far parte della vita di Cecilia e riceve tutte le attenzioni che ha sempre desiderato e soprattutto soldi, vestiti e gioielli.
Juan Miguel e la sua sposa Viviana si concedono un viaggio, dopo le numerosi pressioni della donna che lo accusa di trascurarla.
Durante il volo in elicottero, i due hanno un incidente: Juan Miguel viene ritrovato e portato immediatamente in ospedale, ma Viviana sembra scomparsa nel nulla.
Dopo vari mesi di ricerca Juan Miguel e la sua famiglia si convincono che la donna sia morta.
Onelia, suocera di Juan Miguel, accusa il giovane di essere l'unico responsabile della morte di sua figlia, di averla sempre disprezzata e di non averla mai resa felice.
In realtà Viviana si trova a Miami e, dopo aver trovato in mare il cofanetto con i gioielli che aveva portato con sé in viaggio, si sta rifacendo una vita al lato di un giovane di colore.
Il ragazzo però è solo intenzionato a rubarle dei soldi e, dopo essersi procurata un'arma, Viviana lo uccide durante una gita in barca e il suo corpo finisce in mare.
Estefania approfitta della morte di Viviana per avvicinarsi al ricco Juan Miguel, non contenta dell'enorme fortuna che già possiede per essere figlia dei Velarde.
Juan Miguel si sente in colpa per la morte della moglie ma dopo essere rimasto vedovo, prende a cuore la giovane Marichuy verso la quale prova profondo affetto e tenerezza.


Infatti, la giovane viene incarcerata per avere rubato del latte per portarlo agli orfanelli e questa volta il giudice Velarde si dimostra più duro nei suoi confronti.
Juan Miguel aiuta ancora una volta Marichuy offrendosi di portarla a vivere a casa sua e provvedere alla sua educazione.
La convivenza fa sì che si innamori di lei ma, dopo le continue liti con Onelia, è costretto a portarla a casa dei Velarde.
Estefania non vuole dividere nulla con Marichuy e inizia a renderle la vita insopportabile fino a far credere a Patricio di essere una ladra.
Cecilia crede all'innocenza della ragazza ma obbedisce al marito che vuole cacciarla di casa.
Marichuy torna a vivere da Candelaria e Juan Miguel, dopo il rifiuto della ragazza che lo accusa di averla lasciata sola in casa Velarde facendo sì che la umiliassero senza potersi difendere, si decide ad accettare la proposta di Estefania e ad annunciare il matrimonio con lei.
Il fidanzamento dura poco e Juan Miguel si rende conto di commettere un errore sposando la ragazza e così tenta di riconquistare la fiducia di Marichuy.
La ragazza lo ricambia ma è spaventata perché non può evitare di pensare al suo passato e all'incubo che ormai l'accompagna tutte le notti. Juan Miguel, dopo aver ascoltato quali sono le sue paure e cosa le è successo quando era una ragazzina, capisce di essere la stessa persona di cui lei ha tanto paura.
Disperato non sa se dirle la verità e si confessa con Padre Anselmo, il quale lo convince a parlare con la ragazza e a farsi perdonare col suo amore incondizionato.
Juan Miguel ha troppa paura e preferisce tacere, dato che Marichuy non ricorda il volto del ragazzo di quella notte.
I due decidono di sposarsi anche se padre Anselmo è contrario alle nozze perché il giovane non ha raccontato tutto alla futura sposa.
Il matrimonio viene celebrato e i due passano la prima notte di nozze insieme felici.
Marichuy si lascia andare completamente e sente di aver realizzato il suo sogno più grande, quello di fidarsi finalmente di un uomo diverso dagli altri e di sentirsi amata e protetta.
Ma durante la notte, la giovane ha il solito incubo e questa volta vede chiaramente il volto di Juan Miguel, il suo aggressore.
Sconvolta scappa e corre in spiaggia, Juan Miguel la rincorre e tenta di spiegarsi ma la ragazza lo rifiuta e vuole annullare il loro matrimonio.
Juan Miguel è disperato e non sa come riconquistarla, anche perché la giovane crede di essere stata violentata ma in realtà l'uomo, quella notte, l'aveva solo baciata con la forza.
Marichuy sviene e Juan Miguel la porta nella casa sul mare e corre a comprare dei medicinali per lei.
Quando torna, però, Marichuy è scappata via ed è tornata a Città del Messico in pullman.
Juan Miguel ritorna anche lui in città disposto a fare l'impossibile per dimostrare a sua moglie di essere sinceramente innamorato di lei.
Nel frattempo il giovane assume in casa sua un'istitutrice, Blanca  (Maya Mishalska), donna timidissima che nasconde un grande segreto.
Viviana, intanto, si trova in Spagna, ospite di una sua cara amica e di suo marito.
La donna approfitta della malattia dell'amica per avvicinarsi a suo marito, uomo ricco e affascinante, ma viene scoperta e costretta a tornare in Messico.
Mayta in varie occasione incontra sua mamma all'uscita di scuola e davanti casa, ma tutti pensano sia frutto della sua fantasia.
Viviana, per poter riprendere il posto che le spetta in casa San Roman, finge di essere pazza e si fa ritrovare in una clinica.
Disperato e scioccato dalla notizia, Juan Miguel si vede costretto ad occuparsi della moglie malata.
Il rapporto tra Juan Miguel e Marichuy si fa sempre più difficile e la ragazza si allontana da lui.
Dopo una serie di equivoci Marichuy scopre di essere incinta del marito e si reca nella sua abitazione per dargli la bella notizia e riconciliarsi con lui.
Juan Miguel crede che la ragazza voglia accusarlo ancora una volta e arrabbiato le rivela che sua moglie Viviana è ancora viva e che tra di loro non potrà mai esserci nulla anche perché il loro matrimonio non è più valido.
Viviana torna a vivere a casa San Roman e Onelia, sua madre, si occupa di lei ma inizia ad accorgersi della sua farsa ma tace per il bene della figlia.
Una notte, Viviana fa ubriacare il marito e finge di aver passato la notte con lui e in seguito di aspettare un figlio, così da tenerlo il più possibile legato a lei.
Intanto l'istitutrice Blanca, sempre più strana, di notte assume le sembianze di un'altra donna, Ivete, perfida seduttrice disposta a tutto per conquistare Juan Miguel e togliere dal suo cammino tutte le rivali.
Juan Miguel scopre il suo segreto e tenta di aiutarla ma, ormai fuori di sé, la donna uccide Viviana.
Nel frattempo, delusa dal comportamento di Juan Miguel e convinta di non poter costruire più un futuro con lui, Marichuy si trova in una fattoria, su consiglio di padre Anselmo.
Il proprietario della fattoria, Omar Contreras (René Strickler), detto "Leopardo", inizialmente non è d'accordo con la permanenza della ragazza e di Candelaria in casa sua, ma poi, dopo aver scoperto che la giovane è incinta, si avvicina sempre di più a lei dimostrandosi un uomo molto dolce e protettivo.
Poco prima di partire, però, Cecilia scopre la verità sull'identità di sua figlia, grazie a padre Anselmo che la riconosce e le racconta tutta la storia di Marichuy.
Cecilia va a cercare sua figlia ma la ragazza è ormai già partita e nessuno sa per dove.
Leopardo si innamora di Marichuy e dopo un po' di tempo riesce a convincerla a sposarsi con lui e crescere tutti insieme alla fattoria.
Lirio (questo è il nome con il quale la ragazza si è presentata a Omar per non farsi rintracciare) dà alla luce un bambino, il piccolo Juan Miguel.
Ma il caso vuole che la ragazza venga a conoscenza della morte di Viviana, moglie di Juan Miguel, il quale si è assunto ogni colpa.
Così Marichuy decide di tornare in città, lasciando solo Leopardo e piantandolo a pochi giorni dalle nozze.
Intanto Juan Miguel si trova in carcere per l'omicidio di sua moglie e lascia in libertà Blanca, la quale si rende conto di ciò che ha fatto quando il suo corpo è stato posseduto dallo spirito di Ivete.
La donna è disperata e non sa come liberarsi dell'altra donna che vive in lei.
Più tardi si scopre che Blanca è l'assassina di Viviana e Juan Miguel, ormai libero, tenta in tutti i modi di dimostrare la sua innocenza e far capire al giudice che la ragazza non ha colpa di nulla ma che è vittima di uno sdoppiamento di personalità.
Nel frattempo Omar arriva in città per cercare la sua amata Lirio e va a chiedere ospitalità in casa San Roman, essendo vecchio amico di Juan Miguel e anche lui medico.
Omar racconta all'amico la sua storia con Lirio e Juan Miguel la sua con Marichuy, ma i due non sospettano minimamente di parlare della stessa persona.
Un giorno Omar riesce a trovare l'indirizzo di Lirio/Marichuy, poiché viene a conoscenza del fatto che la ragazza è ormai diventata un'attrice di teatro famosa, grazie ad Amador, ragazzo malvagio che un tempo voleva conquistarla, e si reca da lei insieme a Juan Miguel.
L'uomo rimane scioccato nel vedere Marichuy e decide di tacere per non compromettere il rapporto di Omar con lei.
Blanca viene rilasciata perchè durante un'udienza, la donna si trasforma in Ivette e, dopo aver preso la pistola di una guardia, spara a Juan Miguel, lasciando tutti di sasso.
Il ragazzo viene ferito solo superficialmente e decide di portare Blanca a vivere a casa sua per tenerla sotto controllo e aiutarla a guarire.
La donna, innamorata di Juan Miguel, riesce ad essere più serena e piano piano Ivete non si fa più vedere.
Il giovane San Roman si lega molto a lei e le promette di sposarla.
Onelia, Isabel ed Estefania però non si arrendono e fanno in modo che la ragazza torni ad agitarsi e a trasformarsi in Ivete, così da farla rinchiudere in una clinica psichiatrica.
Il loro piano fallisce e Blanca si imbatte in Omar, il quale rimane scioccato e senza parole.
Infatti, in passato, Blanca, posseduta dallo spirito di Ivete, lo aveva fatto innamorare e soffrire molto, rendendolo duro e incapace di amare altre donne, prima dell'arrivo di Marichuy nella sua vita.
L'uomo non può credere di trovarsi di fronte alla stessa donna che tanto lo aveva umiliato ma poco a poco i due scoprono di amarsi ancora e così, grazie all'amore, Ivete scompare del tutto dalle loro vite.
Juan Miguel ama ancora molto Marichuy e dopo la separazione con Blanca, tenta di avvicinarsi a lei, ma viene sempre respinto.
Inoltre il ragazzo scopre che la giovane ha un figlio e che è sangue del suo sangue.
Estefania, ormai completamente pazza e distrutta per non essere riuscita a separare Juan Miguel prima da Blanca e poi ad Marichuy prepara un piano per eliminare quest'ultima.
Approfittando di uno spettacolo teatrale dove la ragazza alla fine viene sparata perdendo la vita, sostituisce l'arma falsa con una vera, facendo perdere la vista a Marichuy.
Questo tragico episodio provoca molto dolore anche a Cecilia, la quale oltre a soffrire per la figlia, soffre per il marito Patricio, colpito da un infarto dopo la confessione di Estefania, la quale viene rinchiusa, completamente fuori di sè, in un manicomio.
Questi tragici eventi, però, fanno sì che il giudice Patricio si renda conto di aver sbagliato a trattare male Marichuy e ad accettarla come sua figlia.
I medici dichiarano che la ragazza potrà salvarsi solo con un'operazione molto rischiosa ma un giorno, dopo aver discusso con Juan Miguel, Marichuy scappa e va a sbattere contro un auto, aggravando ancora di più la sua situazione e perdendo anche l'ultima speranza di tornare a vedere.
Patricio accusa Juan Miguel di aver rovinato la vita a sua figlia e lo allontana da lei, convincendo Marichuy che il ragazzo sia la causa di tutte le sue disgrazie e che per il bene suo e di suo figlio, deve cancellarlo per sempre.
Nel frattempo, Onelia, dopo aver scoperto la finta gravidanza della figlia defunta e dell'omicidio del ragazzo di colore, si pente di tutto quello che ha fatto e chiede perdono alle persone a cui a fatto del male, riconciliandosi col genero e aiutandolo a riconquistare la donna che ama.
Un giorno Marichuy decide di andare a trovare suo padre in ospedale, e mentre Candelaria va alla ricerca di un taxi, la ragazza impaurita dalla folla e non potendo vedere nulla, indietreggia per allontanarsi ma cade per le scale di un sottopassaggio e quando si riprende e viene portata in ospedale, il piccolo non è con lei e nemmeno nel luogo dell'incidente.
Infatti, una coppia di poveri contadini lo raccoglie e, credendo che sia stato abbandonato, lo porta a casa sua. Di notte però il bambino comincia a sentirsi male e decidono di lasciarlo in un orfanotrofio.
Sarà Juan Miguel a ritrovare il piccolo Juanito e a riportarlo a casa della madre, senza però riuscire ad avvicinarsi al suo cuore.
Intanto Ana Julia, aiutante di Marichuy in teatro, ormai diventata sua grande amica, viene assunta da Patricio per aiutarla ad imparare a vivere il più possibile una vita normale, nonostante la sua cecità.
Ana Julia, però, non è affatto quello che sembra: dopo aver perso l'occasione di diventare attrice e sostituirla a teatro, ha messo gli occhi sul bel Juan Miguel e sta approfittando della situazione per mettere l'uno contro l'altra.
Il bel medico decide di riprendere gli studi di oftalmologia, abbandonando temporaneamente la sua carriera di psicologo, e viaggia all'estero per specializzarsi così da poter curare Marichuy con le tecniche più avanzate.
Al suo ritorno, Juan Miguel decide di collaborare per un centro per non vedenti, centro dove si è iscritta anche Marichuy.
La ragazza comincia a sentirsi male e scopre di avere un tumore cerebrale e chiede alla madre di dire a Juan Miguel che lo ama e di prendersi cura del piccolo Juanito.
Nonostante l'opposizione di Patricio, Cecilia chiede al giovane di operare sua figlia.
Marichuy riconosce la voce di Juan Miguel quando va a farle visita, ma, temendo di essere rifiutato, finge di essere il dottor Cisneros.
Tra i due nasce una bella amicizia che si trasforma via via in qualcosa di più per Marichuy.
Juan Miguel chiede ad Ana Julia di tacere e di non rivelare la verità alla ragazza che, approfitta di uno svenimento del giovane in preda al panico, per portarlo a casa con l'aiuto di Amador, diventato ormai suoi complice, e lo spoglia facendogli credere di essere stata a letto con lui.
Onelia sorprende il genero con la perfida ragazza e gli dice che non merita l'amore di Marichuy.
Ma non è tutto: Juan Miguel, disperato per non riuscire a riconquistare Marichuy si ubriaca in compagnia di Ana Julia e Amador, il quale registra il video e lo pubblica su internet, suscitando uno scandalo per la famiglia San Roman.
Cecilia chiede ad Ana Julia di non rivelare a Marichuy che il dottor Cisneros è Juan Miguel e la ragazza accetta solo a patto di sposarsi con l'uomo.
L'operazione di Marichuy riesce bene e il ragazzo teme che una volta recuperata la vista, la ragazza lo rifiuti anche se lei gli dice di amarlo profondamente.
Ana Julia, rimasta incinta di Amador, si intromette tra i due e rivela alla ragazza l'inganno di Juan Miguel affermando che egli è il padre del suo bambino.
Marichuy  non gli perdona di averla tradita con Ana Julia, la quale intanto è minacciata da Amador che vuole toglierla di mezzo.
Gli inganni dei due perfidi ragazzi si scoprono e Marichuy e Juan Miguel si rimettono insieme e decidono di sposarsi.
Il giorno delle nozze, però, un bambino porta un biglietto alla sposa invitandola ad andare nel confessionale.
Una volta scoperto il tranello, Marichuy viene ferita dalla ragazza e portata in una casa abbandonata alla quale dà fuoco.
Intanto in chiesa tutti sono alla ricerca della sposa e Patricio riesce a trovare solo il suo bouquet e un biglietto di Ana Julia.
La perfida ragazza, però, mentre si trova con Marichuy inizia a sentirsi male e ad avere le doglie.
Marichuy l'aiuta a partorire e Ana Julia dà alla luce una bella bambina, chiedendole perdono per tutto il male che le ha fatto e poi muore.
Alcune settimane dopo, Marichuy, dopo aver sistemato tutti i documenti per l'adozione, consegnerà la piccola nelle mani di Purita e Adrian, due suoi cari amici che non potevano avere figli.
Juan Miguel e Marichuy finalmente si sposano in chiesa e si giurano amore eterno.

(Trama a cura di Marianna. E' vietato copiare il contenuto in altri siti! Grazie!)

2 commenti:

  1. Questa e la mia preferita!!!!..... la telenovela mi piace perchè ce Maite Perroni e ce anche William Levy i due attori che mi piacciono davvero moltissimo mi piace la loro storia di amore, e mi piace perchè la trama e davvero bella....

    Grazie Telenovelas Mania per averla postata

    RispondiElimina
  2. E' la mia preferita.. Da quando ho visto questa.. non riesco a guardarne altre..
    Torno a rivedere questa telenovelas.. Mi è piaciuto tutto
    Mila

    RispondiElimina