domenica 29 dicembre 2013

La mujer sin nombre

Arriva su Azteca 13 la nuova telenovela dal titolo "La mujer sin nombre" che vedrà come protagonisti Melissa Barrera e Daniel Elbittar.
La storia racconterà di una giovane donna, bella e con un cuore grande, che spera di trovare il suo principe azzurro.
Ma il destino della ragazza è quello di innamorarsi di un uomo che ha perso la memoria e non ricorda nulla della sua vita passata.
Questo amore la farà soffrire come mai avrebbe immaginato e le farà scoprire che l'amore non è una favola e che non si nasconde dietro un principe col mantello azzurro e il cavallo bianco.


Nel cast troviamo Ceci Ponce, Francisco Angelini, Aura Cristina Geithner, Rafael Sánchez Navarro e Esmeralda Ugalde.


sabato 21 dicembre 2013

"La impostora"


Cancellata "Madre sustituta"

Dopo varie polemiche e articoli sul web è confermata la notizia della cancellazione della nuova telenovela di Televisa prodotta da Giselle Gonzàlez, "Madre sustituta" che sarebbe dovuta essere interpretata da Esmeralda Pimentel e José Ron (nella foto).
La storia è stata considerata inadeguata per il canale, poiché è incentrata sulle vicende di una giovane vittima delle circostanze che vive delle esperienze molto forti e difficili; è costretta a prostituirsi, poi rimane incinta e viene abbandonata, finisce in carcere...
Insomma, Televisa non è abituata a storie così e l'orario non era nemmeno dei più adatti.
Chissà che questa storia non venga proposta altrove...

mercoledì 18 dicembre 2013

Case da telenovela: "Pasion Prohibida" (prima parte)


Ed eccoci al secondo appuntamento con "Case da telenovela". Questa volta parliamo delle case e dell'arredamento di "Pasion Prohibida", la novela che andrà in onda su Rai2 dal 7 gennaio 2014.


La casa dei Piamonte
Vi mostrerò la villa dove vive il protagonista Bruno, interpretato da Jencarlos Canela, insieme a suo zio Ariel e ai cugini.




 

Appena si varca la soglia della casa, troviamo una scala che porta al piano superiore:

Appena sulla sinistra troviamo un tavolo con un vaso di fiori, mentre sulla destra una vetrinetta e più avanti l'ingresso che porta al salotto: 



Ed ecco il salotto:



Questo è lo studio di Ariel dove il personaggio passa il suo tempo libero facendo ritratti:





La cucina


Questo, invece, è il corridoio del piano terra che porta alle varie stanze:


E questo quello che porta alle camere del primo piano:


La camera di Nina e Santiago





La camera da letto di Ariel:



Il comodino di Ariel:




La camera di Bruno:


Il comodino:

CONTINUA...

Promo di "Pasion Prohibida" su Rai2

martedì 17 dicembre 2013

Trama completa: "Marta"/"Marta y Javier" - Venezuela 1982 (prima parte)


CAPITOLO 1
Marta Galvan (Mayra Alejandra) è una ragazza allegra, elegante e con una gran passione per la pittura. La giovane vive con suo padre, Alvaro, direttore dell'ospedale generale di Caracas, e con la sorellastra, Celia, una ragazza timida e sensibile alla quale vuole molto bene.
Alvaro è un uomo molto generoso e nobile d'animo che fa di tutto per i suoi pazienti, come ad esempio comprare dei macchinari molto costosi di tasca sua, pur di offrirgli il meglio. L'uomo, però, dedicandosi così tanto al lavoro, trascura la sua salute e non è intenzionato a concedersi un periodo di riposo per tenere sotto controllo la malattia cardiaca di cui è affetto. Inoltre nasconde il suo stato alla figlia per non farla preoccupare.
Marta è corteggiata da Ernesto, amico di famiglia e figlio di Paolina, la capo reparto dell'ospedale, ma non lo ricambia, al contrario di Celia, che lo ama ma non si dichiara.
All'ospedale di Caracas sta per laurearsi Riccardo Contreras (Carlos Olivier), un giovane di umili origini, brillante ed estroverso, che ama scherzare e corteggiare le donne, senza mai legarsi sul serio.
Un giorno Riccardo prende una moto ed entra nei corridoi esterni dell'ospedale e viene inseguito da alcuni ragazzi. Durante la corsa la moto di Riccardo sta quasi per scontrarsi con la macchina guidata da Marta, sulla quale si trova anche Alvaro, il suo direttore.
L'uomo lo rimprovera e lo prega di darsi una calmata perché il suo modo di fare da ragazzino non si s'addice alla carriera che sta per intraprendere, soprattutto perché è il miglior alunno della facoltà e ha intenzione di assegnargli il posto di interno, rimasto vacante.
Dopo il colloquio con il direttore, Riccardo si scontra nuovamente con la figlia, Marta, e già incuriosito da quel breve incontro fuori dell'ospedale, rimane affascinato dalla sua bellezza e, sfacciato come al suo solito, la riempie di complimenti.
Alla scena assiste la fidanzata di Riccardo, Giulia, un'infermiera, la quale rimane molto infastidita poiché pensava che finalmente avrebbe potuto sposare l'uomo che ama e fargli mettere la testa a posto.
Riccardo e Marta si ritrovano altre volte all'ospedale e l'uomo non fa altro che provocarla, arrivando anche a telefonarla a casa, aumentando sempre più la gelosia di Giulia, che si ritrova davanti la rivale perfino quando è a cena col suo fidanzato.
Un giorno all'ospedale arriva un caso grave e tutti i medici sono impegnati chi in sala operatoria, chi al pronto soccorso, e Riccardo, resosi conto che il paziente non può aspettare un minuto in più, litiga con il tirocinante di guardia, Fajardo, e, contro la sua volontà, decide di praticargli una tracheotomia d'urgenza.
Fajardo vorrebbe chiamare a casa del direttore per informarlo di ciò che Riccardo ha commesso, ma viene calmato dalle infermiere che gli spiegano che Alvaro Galvan è a riposo dopo un malore e che ha bisogno di tranquillità.
Riccardo è preoccupato perché teme di poter essere cacciato dall'ospedale, ma è convinto di aver fatto la cosa giusta per salvare quell'uomo.
Agustìn Fajardo parla dell'accaduto al dottor. Julio Bermudez, il vice direttore, che decide di convocare tutti coloro che erano presenti quando Riccardo ha deciso di operare il paziente.
Riccardo, intanto, lascia l'ospedale e si reca a casa del direttore per parlargli di persona. Galvan gli dice che deve controllare i suoi impulsi e rispettare il sistema ospedaliero, anche se riconosce che ha agito così solo per salvare una vita e non per mania di protagonismo.
Nel frattempo in ospedale si tiene un consiglio nel quale tutti i convocati esprimono il proprio parere. Tutti comunicano al medico che Riccardo ha agito per il bene del paziente e che Fajardo ha sbagliato la diagnosi rischiando di far morire quell'uomo.
Marta rientra a casa e vede uscire Riccardo dalla camera di suo padre. La ragazza è sorpresa e crede che il giovane la stia perseguitando. Riccardo si comporta come al suo solito e le dice che è molto bella e che prova una forte attrazione per lei. Marta lo allontana infastidita mascherando il fatto che anche lei si sente attratta dal futuro medico.
Riccardo torna all'ospedale e il dott. Bermudez lo porta in direzione per parlare con lui e gli dice che non c'è posto per l'irresponsabilità e che deve lavorare con maggiore serietà.
Intanto Giulia, sempre più infastidita dalla presenza di Marta all'ospedale, affronta la ragazza e la prega di lasciare in pace il suo fidanzato. Marta si difende e le chiarisce che lei non ha bisogno di civettare per conquistare un uomo, tanto meno se si tratta di uno già impegnato.
Riccardo ascolta la conversazione e poi, appena Giulia è andata via, si avvicina a Marta continuando a farle la corte e poi a chiamarla a casa.
Marta inizia ad ammettere a se stessa che prova qualcosa per Riccardo e quest'ultimo comincia a pensare di non provare amore ma solo un grande affetto per Giulia, con la quale è fidanzato da molto tempo, e confessa al suo amico e collega Carlos di essere innamorato della figlia del direttore.
Celia nota l'interesse di Marta per Riccardo e ne parla con il patrigno, il quale più tardi consiglia alla figlia di lasciar perdere il giovane per non compromettere la sua relazione con Giulia.
Riccardo, però, continua a seguirla in ospedale e a telefonarla, e un giorno le dice di amarla, lasciandola senza parole.
Arriva il giorno della laurea dei tirocinanti e quindi anche di Riccardo. Alla festa partecipano i medici e gli infermieri dell'ospedale e il direttore arriva insieme a sua figlia Marta, vestita in modo elegante e ancora più bella del solito.
Dopo la festa, però, succede qualcosa di terribile: Riccardo ha un incidente con la moto e viene ricoverato d'urgenza in ospedale. Le sue condizioni sono gravissime.
Dall'altra parte, però, il dott. Galvan, che si trova in casa sua, viene colpito da un infarto e, quando arriva in ospedale con l'ambulanza, i medici sono costretti a farlo trasferire in un'altra struttura perché l'unica attrezzatura cardiologica presente nel reparto serve a Riccardo che sta lottando tra la vita e la morte.
Durante il trasferimento nell'altro ospedale, il dott. Galvan non sopravvive e Marta,distrutta dal dolore, ascolta la conversazione di un'infermiera che rivela ad una sua collega che se Riccardo non fosse stato ricoverato in terapia intensiva, il direttore dell'ospedale si sarebbe salvato.


CAPITOLO 2
Riccardo si riprende dopo l'incidente ma viene a conoscenza del fatto che il dott. Galvan è morto poiché non è stato possibile ricoverarlo nello stesso ospedale, e che quindi a causa della sua irresponsabilità ha provocato involontariamente la morte della persona che ha sempre creduto in lui, nonché il padre della donna che ama.
Marta, intanto, entra in depressione e non ha voglia di far nulla. Ernesto cerca di consolarla ma la ragazza sta male sia per la perdita di suo padre, che non sapeva nemmeno fosse malato, sia per il fatto che era stato proprio lui a donare quell'attrezzatura all'ospedale, ma che paradossalmente non era servita a salvargli la vita, poiché i medici la stavano usando per Riccardo Contreras.
Quest'ultimo vorrebbe parlare con lei e chiarire quanto accaduto la notte dell'incidente ma Carlos, suo collega, cerca di fargli capire che deve dimenticarsi di lei.
Riccardo non vuole sentire ragioni e lascia l'ospedale senza essere stato dimesso, dopo di che va a trovare Marta a casa dichiarandole tutto il suo amore.
La giovane lo respinge e gli chiede di andare via e di non farsi rivedere mai più. Ernesto interviene invitandolo a lasciare l'appartamento senza fare scenate.
Riccardo chiede scusa a Marta e le chiede perdono sperando che possa capire che non può attribuirgli la colpa della morte di suo padre.
I medici e gli infermieri, intanto, sono in ansia perché non sanno dove sia finito Riccardo. Poco dopo il giovane rientra in ospedale ma è molto debole e viene subito ricoverato.
Intanto Ernesto viene a sapere dalla madre che il dott. Galvan non era così ricco come tutti credevano poiché aveva speso tutto ciò che aveva per il suo ospedale, e che quindi Marta avrà bisogno di aiuto poiché non riceverà alcuna eredità in grado di permetterle di mantenersi.
Agustìn ascolta Riccardo mentre confessa ad una volontaria, Lucia Perez (Rosario Prieto), di essere innamorato di Marta Galvan e lo riferisce a Giulia, la quale non vuole credere di essere stata usata dall'uomo che ama. 
Dopo l'incidente e i problemi causati da Riccardo, il posto di interno che il dottor Galvan gli aveva promesso viene affidato ad Agustìn Fajardo.
Come se non bastasse, Marta, ancora molto provata dalla morte del padre, riceve la notizia da Paulina che l'ipoteca sulla casa è scaduta e che suo padre l'ha lasciata in mezzo ad una strada insieme a Celia.
Paulina si offre di ospitarla nell'attesa che la giovane trovi una sistemazione. Celia va su tutte le furie perché non vuole vivere sotto lo stesso tetto di Ernesto, giovane che Marta disprezza ma che lei ama profondamente.
Riccardo, intanto, promette a Giulia di sposarla dopo che quest'ultima ha minacciato di lasciarlo, ma continua a pensare a Marta.
Il giovane la ritrova il giorno dopo in ospedale e, pur avendo ufficializzato la sua unione con Giulia, dichiara ancora una volta tutto il suo amore alla ragazza.
Dopo essere stato sostituito da Fajardo, Riccardo torna a casa della madre, Eleonora, ma non viene accolto volentieri dal fratello, da sempre geloso di lui.
Riccardo confessa alla madre di essersi innamorato di un'altra ragazza, la figlia del direttore recentemente scomparso. Eleonora rimane sorpresa e gli dice che nella sua famiglia si rispettano i giuramenti e che quindi, se ha promesso a Giulia di sposarla, deve mantenere la promessa.
Marta organizza una mostra dedicata a suo padre e Riccardo lo viene a sapere e invia dei fiori a casa della giovane augurandole buona fortuna.
Dopo la mostra Marta si reca nel parcheggio per prendere la sua auto, quando arriva Riccardo ed entra insieme a lei mettendosi alla guida. La giovane crede che sia impazzito e gli chiede di fermarsi immediatamente.
Riccardo le dice che non si fermerà finché non le avrà detto tutto ciò che prova e finché lei non lo avrà perdonato.
Marta, furiosa, prende in mano il volante e provoca inevitabilmente un incidente. Riccardo non subisce traumi, mentre Marta viene ricoverata in ospedale dopo aver perso i sensi.
I medici scoprono che la giovane ha dei frammenti di vetro negli occhi e temono il peggio.
Ernesto viene avvisato dell'incidente e tenta di aggredire Riccardo, responsabile dell'accaduto.
Intanto i medici tentano di estrarre i corpi estranei dagli occhi di Marta ma la giovane si risveglia e scopre di essere rimasta cieca.

CONTINUA..

lunedì 16 dicembre 2013

"Telenovelas Mania": nominato ai "Liebster Award"


Non sapevo dell'esistenza del "Liebster Award" e ora che lo so mi sembra una cosa molto carina e simpatica. Sono stata nominata dal blog "Club Novelas 2.0" che ringrazio!

Ecco le regole da seguire per chi è in nomination:


1.Ringraziare i blog che hanno fatto la nomination
2. Rispondere alle undici domande poste dai blog
3. Presentarsi scrivendo unidici short-info
4. Premiare altri unidici blog 
5. Pensare ad altre undici domande a cui gli altri blogger dovranno rispondere
6. Informare i blogger del premio/nomina assegnatagli

RINGRAZIAMENTI
Ringrazio Cristina di "Club Novelas 2.0" per questa nomination che non mi aspettavo perché non ero nemmeno a conoscenza di questo premio. Mi fa piacere che qualcuno apprezzi il mio lavoro perché lo faccio con il cuore. Grazie grazie davvero!

11 DOMANDE x 11 RISPOSTE
1. Perchè decidere di aprire un blog? Desiderio spinto da cosa?
Ho scelto di aprire un blog perché avevo bisogno di un contatto con il pubblico dopo la creazione del mio sito www.telenovelasmania.it, di uno spazio dove poter inserire articoli, curiosità, trame sulle telenovele di ieri e di oggi e poterli commentare con tutti.

2. Il futuro potrebbero essere le webseries? Come spieghi il loro successo negli ultimi anni?
Credo che le webseries potrebbero davvero essere il futuro. Una webserie è online sempre, rimane sul sito e può essere vista e rivista, scoperta e riscoperta, quindi è come se non morisse mai. Poi si posso commentare con più facilità e immediatezza, e soprattutto condividere. 

3. Telefilm o novelas prese di da altri già esistenti, libri, fumetti ed etc... viva gli adattamenti o sarebbe meglio più originalità?
Gli adattamenti, se fatti bene, non mi dispiacciono affatto. La cosa che invece trovo molto triste è quando c'è già stato un adattamento da un libro, fumetto,ecc e si rifà, come una sorta di gara a chi lo fa meglio. Questo non mi piace.
4. Pause telefilmiche, un fenomeno che si è sviluppato in modo esponenziale negli ultimi anni. Credi sia una cosa positiva o negativa?
L'importante è che non siano troppo lunghe.
5. La durata di un prodotto televisivo. Meglio 5 stagioni da 22 puntate l'una spalmata su cinque anni o 100 puntante ininterrotte una dopo l'altra per la durata di circa un anno senza alcuna pausa?
Preferisco più stagioni ma con pause non troppo lunghe.

6. Perchè sono così diversi i prodotti televisivi americani da quelli del resto d'Europa? E perchè noi siamo su un altro pianeta? 
Credo dipenda dai singoli  prodotti. Ce ne sono alcuni ben fatti anche se non sono americani.
7. Serie televisiva o novela della vita, quella che riguarderesti senza mai stancarti?
La serie televisiva che riguarderei all'infinito, anche se in realtà è stata interrotta e quindi non ha una fine vera e propria, è "Gilmore Girls" (Una mamma per amica), mentre la novela della mia vita è sicuramente "Vidas robadas", produzione argentina che adoro e rivedrei senza stancarmi mai.

8. Se potessi trasformarti in un personaggio di una delle tue storie preferite, chi sceglieresti? 
Credo che sarei Lorelai Gilmore.

9. La coppia del solo quella che: "la voglio anche io una storia d'amore così!"?
La coppia Patricia/Carlao di "Pecado mortal", telenovela brasiliana di Rede Record.

10. Le sigle che da sempre hanno segnato il principio d'inizio stimolando il nostro cervello dicendoci che ciò che amiamo vedere stava iniziando e che ormai sono un caso in via di estinzione: meglio così o sarebbe bello se ritornassero?
A me piacciono molto, quindi sicuramente: sarebbe bello se ritornassero.

11. Un crossover impossibile, tra quali serie ti piacerebbe vederlo?
Grey's Anatomy e Gilmore girls

11 SHORT INFO SU DI ME
1. Sono un'appassionata di telenovelas fin da piccola, in modo particolare di quelle provenienti dal Brasile e dall'Argentina.
2. Mi occupo della gestione di un sito web (www.telenovelasmania.it), di un blog e di una pagina facebook, sempre dedicati al mondo delle telenovele.
3. Amo il Brasile e sogno di poter passare qualche tempo lì e godermi i paesaggi e le atmosfere che ho tanto amato nelle telenovele.
4. Amo gli animali e in particolare i gatti. Se avessi una casa tutta mia ne ospiterei sicuramente tanti!
5. Sono perennemente a dieta ma amo troppo la cucina italiana (soprattutto la pasta) e non riesco a farla durare più di due mesi.
6. Ho conosciuto tante persone grazie al mio sito e ho instaurato delle amicizie che durano da quasi dieci anni.
7. Penso che l'Italia sia restia all'acquisto di telenovele perchè le associa (come molti italiani che conosco) a storie mielose, dove i protagonisti si amano alla follia ma vengono separati dal destino, blablabla e non ha capito che il mondo delle telenovele è cambiato e che sarebbe il caso di mandare in onda meno soap che durano un'eternità e proporre prodotti nuovi made in LatinoAmerica.
8. Amo le lingue, soprattutto lo spagnolo e il portoghese, che ho imparato proprio grazie alle telenovele che venivano trasmesse su TVE Internacional. Poi la passione è cresciuta e ho deciso di iscrivermi alla facoltà di  Lingue e Letterature straniere dove mi sono laureata. Amo anche l'arabo e il russo che però non ho mai potuto studiare per bene.
9. Il mio sogno più grande è avere una bella famiglia e trovare un lavoro decente per mantenerla (e questo credo sia il desiderio di tutti).
10. Mi piace sperimentare con il makeup e faccio sempre attenzione ai look e al trucco dei personaggi che vedo in tv, anche se poi nella vita non sono una fashion victim, anzi.
11. Cosa dire di più. Mi piacciono tanto i bambini (e questo riprende un po' il punto 9...) e sono catechista di un gruppo di fanciulli dai 9 ai 10 anni che mi fanno tanto felice.

LE MIE NOMINATIONS
Sono solo Parole - Il blog di Ivana -  Yamarie dolci e bontà  - La TV che vuoi tu  - Telefilm cult - Madamatap - Officina del makeup - Make up, shoes and me -  Le dolci creazioni di Antonio  - A pummarola 'ncoppa - The Music Drink 

LE MIE 11 DOMANDE x VOI
1. Come mai ha deciso di creare un blog?
2. Meglio una serata in discoteca oppure una serata a casa a leggere un buon libro o a vedere un film/serie tv, ecc? 
3. Che genere di film preferisci? E soprattutto di quale nazionalità?
4. Qual è il telefilm che non potrai mai dimenticare e che rivedresti all'infinito?

5. Quando si dice "telenovela" la maggior parte degli italiani pensando ad un prodotto vecchio, melenso e adatto solo a casalinghe. Concordi con questa visione così negativa e carica di pregiudizi?
6. Hai mai visto una telenovela o un prodotto televisivo proveniente dal Latinoamerica? Se sì, quale?
7. Cosa pensi che manchi al mondo della televisione di oggi?
8.  
Qual è il programma televisivo più brutto che tu abbia mai visto?
9. Qual è il tuo genere musicale preferito? Conta molto la musica in un film/telefilm, ecc?
10. Ti piace cucinare? Se sì, qual è il tuo cavallo di battaglia in cucina?
11. Visto che siamo sotto le feste. Cosa ti piacerebbe ricevere in regalo per Natale? 




Jacqueline Bracamontes aspetta il suo secondo figlio!

L'attrice e conduttrice messicana Jacqueline Bracamontes è incinta! Lo ha confermato su twitter, ringraziando tutti coloro che le hanno inviato messaggi di auguri.
La protagonista di "Sortilegio" sta vivendo un periodo molto sereno della sua vita privata e professionale e ora è più felice che mai perché sta per regalare un fratello alla piccola Jacky, di otto mesi.
Non ci resta che augurarle ogni bene. Tanti auguri!








domenica 15 dicembre 2013

Mauricio e Edith di nuovo insieme!

E' confermato! Edith Gonzàlez e Mauricio Islas saranno i protagonisti della nuova produzione di Tv Azteca per il 2014, ovvero "Las Bravo".
La telenovela è il remake de "Las Vega's", storia cilena di quest'anno, e racconterà la storia di Valentina (Edith Gonzalez) e delle sue figlie che, dopo  la morte del padre, devono abbandonare il lusso al quale sono abituate a causa dei debiti dell'uomo.
Adriana, Roberta e Fabiana dovranno lottare ogni giorno insieme alla loro madre per andare avanti.
Le donne si ritroveranno a gestire un club notturno per donne dove si esibiscono vari spogliarellisti, abbandonando il pudore e i pregiudizi, così da guadagnarsi da vivere e ripagare i debiti del capo famiglia.
Nel cast troviamo anche Héctor Arredondo, Pedro Sicard, Lambda Garcìa, Juan Vidal, Alberto Casanova, Mauricio Aspe, Paulette Hernàndez, Carla Carrillo, Carolina Miranda, Humberto Bùa e tanti altri.
Non ci resta che aspettare la messa in onda di questa nuova storia che vedrà Edith e Mauricio di nuovo insieme dopo il grande successo di "Cielo rojo" di Eric Vonn, andato in onda anche in Italia su Lady Channel.

sabato 14 dicembre 2013

Trama completa - "Il prezzo di una vita"/"Yo compro esa mujer" (seconda parte)


CAPITOLO 3
Alessandro è confuso e non sa come comportarsi perché il suo cuore gli dice di dimenticarsi della vendetta e di lottare per stare insieme ad Anna Cristina, ma la sua mente non fa che pensare alle sofferenze che hanno dovuto subire i suoi genitori per colpa della famiglia della donna che ama.
Dopo lo scontro al circolo, Riccardo è sempre più irritato dalla presenza di Alessandro in città e obbliga la figlia a rimanere chiusa in casa e a smettere di vedere la zingara Jimena.
Anna Cristina, però, stanca dei maltrattamenti del padre fugge di casa e corre dal suo amato chiedendogli di rimanere con lui o di scappare insieme. Alessandro le dice che non può restare con lui e che deve tornare dalla sua famiglia, perché le cose presto si sistemeranno.
Riccardo, nel frattempo, scopre che sua figlia è scappata di casa e la va a cercare a casa di Raul, non trovandola.
Anna Cristina torna a casa insieme a Jimena e poco dopo arriva anche suo padre che la rimprovera tentando di picchiarla, ma viene fermata da Michele.
Riccardo trascina la figlia in camera sua e la chiude a chiave dicendole che non farà mai più uscire di lì.
Un giorno al cimitero Teresa sorprende Alessandro davanti alla tomba di sua madre e i due si riabbracciano emozionati. La tata ha quindi la conferma di ciò che sospettava, ossia che il giovane del quale è innamorata la sua Anna Cristina, è proprio il figlio di Miriana.
Riccardo, su suggerimento di Isabella, prova a cambiare atteggiamento con la figlia e organizza un ballo in casa sua per presentarla alle migliori famiglie di Campeche.
Alessandro ricatta Raul costringendolo a portargli l’invito per il ballo perché vuole partecipare a tutti gli eventi dell'alta società, in particolare quelli organizzati dal suo nemico.
Intanto a casa Montes de Oca Matilde avverte Riccardo che ha bisogno di prendere delle cose alla vecchia tenuta e porta con sé anche la nipote e Teresa.
Le due ne approfittano per cercare il baule che un tempo era della madre di Anna Cristina, nel quale è conservata la lettera della donna per la ragazza.
Mentre la giovane rovista nella camera di sua zia Miriana, quest’ultima, coperta da un velo, sbuca come per magia da un passaggio segreto, spaventando Anna Cristina.
In quel momento arriva il sorvegliante, Alfio, che le dice che in quella casa non c’è nessuno e che è impossibile che abbia potuto vedere una donna.
La giovane si convince di essersi sbagliata e raggiunge Matilde, la quale la prega di seguirla per tornare a casa. Anna Cristina non riesce ad aprire il baule di sua madre e si fa promettere da sua zia di farlo portare dal cocchiere in un secondo momento.
Matilde, però, ordina ad Alfio di non farlo perché sicuramente la nipote sta cercando qualcosa di valore in quella vecchia cassa.
Riccardo, intanto, approfitta dell’assenza della cugina per andare a letto con la cameriera Ursula, proprio come faceva con la madre della giovane, Emilia.
Arriva il giorno del ballo e Raul consegna ad Alessandro il suo invito per permettergli di partecipare alla festa.
Anche Emilia de Rives e le sue ragazze vengono invitate e Ursula osserva la donna senza sapere che si tratta di sua madre.
Alessandro, dopo un ripensamento, decide di andare alla festa ed entra lasciando Riccardo a bocca aperta, irritato più che mai col suo amico Raul per averlo invitato.
Riccardo vorrebbe buttarlo fuori ma si vede costretto a rinunciarvi perché Alessandro gli dice che è lui il misterioso socio che possiede la maggior parte delle azioni.
L’uomo, sconvolto dalla notizia, decide comunque di fargliela pagare, annunciando nel bel mezzo della festa il fidanzamento tra sua figlia e Federico Torres Landa.
Alessandro crede che Anna Cristina sia sempre stata a conoscenza dell’annuncio e che abbia solo voluto umiliarlo. La giovane, dispiaciuta, sviene.
Poco dopo l'uomo fa conoscenza della bella Eva (Cynthia Klitbo), moglie di Vidal, la quale non fa altro che provocarlo. Alessandro risponde alle provocazioni baciandola e in quel momento arriva Anna Cristina.
Sconvolta, la ragazza dichiara in presenza del suo amato, di essere molto contenta del suo fidanzamento con Federico e lo bacia.
I due credono di essere stati ingannati ma non riescono a mentire a loro stessi e ai sentimenti che provano l'uno per l'altra.
Intanto Miriana inizia a star male e Mirta non riesce a farle scendere la febbre. Disperata, la donna corre in paese a chiedere aiuto, poiché Matilde, avvisata della cosa da Alfio, ha deciso di non occuparsene e di farla morire.
Mirta trova Alessandro con una sua amica e gli fa capire che ha bisogno di aiuto. I due la seguono e vengono portati alla tenuta dove Miriana sta delirando a causa della febbre.
Alessandro dà a Mirta un infuso di erbe e le chiede di non dimenticarsi di darglielo, anche se non riesce a capire come mai quella donna si stata abbandonata in quel luogo così insalubre.
Intanto Emilia e le sue ragazze trovano finalmente una casa dove poter aprire il loro bordello a Campeche.
Alfio apre il baule di Costanza e trova la lettera della donna nella quale accusa Matilde di volerla uccidere. L'uomo ne approfitta per ricattare Matilde, alla quale consegna solo la busta per spaventarla.
Anna Cristina e Alessandro si rivedono e decidono di mettere una pietra sopra alla storia del ballo, promettendosi di non permettere a nessuno di separarli. I due ragazzi vengono aiutati anche da Emilia.
Alessandro non riesce, però, a togliersi dalla mente l'immagine della donna della tenuta, la quale continua a vagare per l'edificio attraverso i passaggi segreti ed è entrata in quella che un tempo era la sua stanza, rovistando nel baule di Costanza.
Miriana trova una bambola molto bella e si convince si tratti della bambina che ha partorito e poi trova anche la lettera per Anna Cristina e la porta con sé nei sotterranei.
Alfio si accorge della sparizione della lettera e crede sia stata Mirta, maltrattandola come sempre.
Anna Cristina riesce a convincere il padre a farsi portare a casa il baule della madre ma la giovane non trova la lettera e accusa sua zia di averla rubata.




CAPITOLO 4
Alessandro è deciso a scappare via con Anna Cristina per sposarla in segreto ma come al solito, il destino rema contro i due innamorati.
Riccardo organizza un'altra cena a casa sua dove Federico chiede ufficialmente ad Anna Cristina di sposarlo, con tanto di anello di brillante.
La ragazza non può sottrarsi e accetta di sposarlo, sperando di poter fuggire quanto prima con Alessandro.

Il signor Renato, intanto, in una città molto lontana da Campeche, assiste la sua unica figlia Maria Luisa costretta a letto da molti anni. La storia della donna si incrocerà con quella della gitana Jimena.

Maria Luisa, rimasta vedova molto giovane, si dedicava anima e corpo alla sua piccola figlia. Un giorno, mentre le due erano al parco, la bambina si allontana per giocare con altri bambini e in quel momento arriva Carmen, la zingara, che la rapisce offrendole una mela caramellata. Maria Luisa si accorge che la figlia è sparita e inizia a cercarla ovunque, senza mai riuscire a trovarla. Suo padre, Renato, per molti anni si è rivolto ad investigatori privati, senza però ottenere risultati. La figlia di Maria Luisa è proprio Jimena, che vive con Carmen e Gregory da quando era piccola. 

Diego Alvarez, parente di Renato, invia una lettera al cugino chiedendogli di rivedersi, visto che è tornato in Messico dopo un lungo soggiorno in Spagna.
Diego non immagina minimamente che con quel gesto riuscirà a mettere in contatto Jimena, che gira spesso in casa di Aldama, e suo nonno.




venerdì 13 dicembre 2013

Case da telenovela: "Sortilegio" (seconda parte)




Ed eccoci di nuovo qui con la rubrica "Case da telenovela". Continuiamo il nostro giro nella mansion Lombardo, la bellissima villa di "Sortilegio".

Proseguendo a sinistra dell'entrata principale, dopo il piano e il bar, troviamo una porta che conduce ad uno studio.







Dalle foto si può notare che le statue e la loro disposizione nella stanza è cambiata nel corso delle puntate, come il busto nero ad esempio.




_______________________________________________________

Ma ora saliamo al piano di sopra attraverso la scala principlae, dove troviamo in fondo ad un corridoio, con poltroncine, quadri e una statua molto particolare, un altro studio, quello personale di Vittoria, dove è solita leggere libri, ricevere alcuni ospiti per parlare con loro in privato o chiacchierare con la dolce Felipa.






_______________________________________________________

Passiamo ora alla camera di Maria José, dove troviamo sulla sinistra un bellissimo mobile specchiera e sulla destra un letto a baldacchino con le tende gialle che contrastano con le lenzuola fuxia.
Le pareti della camera, invece, sono di colore viola.






In questa immagine si può vedere meglio cosa c'è di fronte al letto a baldacchino: due poltrone rosse e due tavolini di diversa altezza con vasi e statuette.


La camera di Maria José ha un suo bagno personale molto semplice e femminile, che riprende le pareti della stanza da letto.


_______________________________________________________

Questa, invece, è la nursery dei bambini, Antonio e Vittoria. Inizialmente, da come si può notare dall'arredamento color azzurro, era destinata solo al figlio di Alex e Maria José. Ma, data la difficile situazione della madre della piccola Vittoria (vittima dell'alcool), è stata aggiunta una culla rosa accanto a quella del piccolo Antonio.