giovedì 16 gennaio 2014

La impostora: prime impressioni


Ed eccoci qui a commentare il primo capitolo de "La impostora", nuova produzione targata Telemundo, basata sulla storia cilena "Cerro alegre" di Sebastiàn Arrau e Coca Gòmez.
La protagonista della storia è Blanca (Lisette Morelos), una giovane attrice di Acapulco che viene contrattata da un rivale della potente famiglia Altamira, per infiltrarsi nella famiglia facendosi passare per un'altra. Blanca, però, si innamora di Eduardo Altamira (Sebastiàn Zurita), vedovo e con una figlia, nonostante la sua giovanissima età. L'amore sarà ostacolato dalla perfita Raquel Altamira (Christian Bach), madre di Eduardo.


Come prima cosa credo che il ruolo di Christian Bach sia un po' ripetitivo, visto che da pochi mesi è terminata "La Patrona", dove interpretata un'altra villana, Antonia Guerra.
Poi mi è sembrata alquanto plastificata e innaturale nelle prime scene (i suoi fan ora mi uccideranno hihi).
Inoltre il primo incontro tra i protagonisti l'ho trovato un po' assurdo. Due minuti e si amano alla follia. Lui non la corteggia, non fa nulla di particolare da colpirla e farla cadere ai suoi piedi.
Un po' freddini, a mio avviso. E molto precipitosi.
Come fai a dire che è la donna che cercavi se non sai niente di lei? Non l'hai manco guardata in faccia (visto che indossava una maschera)! Mah
E il bacio? "Chi si bacia a mezzanotte amerà quella persona per sempre"... E zac si baciano.
Lui poi non conosce il suo nome, non sa dove cercarla, come Cenerentola.
E poi si scopre che la moglie di Eduardo non è morta e che quindi lui non è vedovo, poiché si presenta come niente fosse a casa sua... mah...
Infine il capitolo si conclude con la parola chiave di questa storia "la impostora", con un'offerta di lavoro per la protagonista, molto abile nei travestimenti.
Che dire... per ora non mi piace.
Voi che ne pensate, invece?


Nessun commento:

Posta un commento