sabato 8 febbraio 2014

Un amore di nonno/El abuelo y yo (Messico, 1992)



Rete quattro nel 1997 trasmetteva alle ore 6 del mattino la telenovela "Un amore di nonno" (El abuelo y yo), prodotta da Televisa nel 1992.
La storia è stata scritta da Lorena Salazar ed Eduardo Quiroga con la regia di Juan Carlos Muñoz ed è una fiaba moderna che piace a tutta la famiglia, poiché nel cast ci sono molti attori bambini e i temi affrontati sono quelli dell'amicizia e della lealtà.



Trama:
"Un amore di nonno" racconta la storia dell'incontro di tre personaggi molto diversi tra loro, sia per età che per ceto sociale.
Joaquin (Jorge Martinez de Hoyos) è un vecchio molto colto, un tempo un famoso concertista e pittore. Rimasto vedovo e costretto a vivere in un ospizio, è diventato brontolone e pessimista.
Daniel (Gael Garcia Bernal), cresciuto in un orfanotrofio, è fiero e coraggioso e nella sua breve vita ha già imparato ad affrontare le difficoltà. Daniel ha un solo amico, Anselmo, un cane randagio. 

Alejandra (Ludwika Paleta), una ragazzina brava e studiosa, dotata di una fervida fantasia ma che soffre molto a causa dell'assenza dei suoi genitori, sempre occupati per lavoro. I suoi problemi cominciano quando Gerardo (Marcelo Buquet) e Fernanda (Frances Ondiviela) decidono di separarsi.
Alejandra, che non sa scegliere con quale genitore stare, perché li ama entrambi, cerca conforto in Daniel che è diventato suo amico e che è innamorato di lei.
Quando i tre personaggi, legati dallo stesso bisogno di affetto, si trovano, decidono di unire i loro destini: Joaquìn lascia l'ospizio, Daniel l'orfanotrofio e Alejandra scappa di casa.
Tutti e tre partono per un viaggio meraviglioso a bordo di una mongolfiera.
Il nonno insegna ai due bambini 
i valori della vita, il significato dell'amicizia e come usare l'immaginazione per viaggiare in mondi diversi e sognare, cosa che tutti dovrebbero fare per superare le tristezze della vita.
Nella telenovela, però, non mancano i cattivi: Don Lucas (Adalberto Martinez "Resortes"), il bidello della scuola frequentata da Daniel, è molto affezionato al ragazzo e diventa cattivo per la gelosia che prova nei confronti di Joaquìn per avergli "rubato" un amico; Mayra (Wendy de los Cobos), la segretaria del padre di Alejandra, seduce il principale con l'intento di farsi sposare; Jolanda (Ivette Proal), vanitosa e arrivista che invidia Fernanda, come sua figlia Yoja (Flor Edwarda Gurrola), amichetta di Alejandra che è gelosa perché Daniel ha occhi solo per lei e non la degna di uno sguardo.






Cast:

Jorge Martínez de Hoyos - Don Joaquín Rivera
Ludwika Paleta - Alejandra Díaz-Uribe Irigoyen
Gael García Bernal - Daniel García Medina
Adalberto Martínez "Resortes" - Lucas Romero
Evangelina Elizondo - Sofía
Marcelo Buquet - Gerardo Díaz-Uribe
Frances Ondiviela - Fernanda Irigoyen de Díaz-Uribe
Raúl Buenfil - Padre Damián Irigoyen
Wendy de los Cobos - Mayra
Ivette Proal - Yolanda Moya de Pérez-Villegas
Alfonso Iturralde - René Pérez-Villegas
Beatriz Moreno - Lola
Héctor del Puerto - Don Lupe
Leo Rojo - Raúl
Jesús Vargas - Lic. Ernesto Fonseca
Antonio Brillas - Padre José
Josefina Escobedo - Sra. Lizardi
Alan Gutiérrez - Rosendo

Julián de Tavira - Emiliano
Jorge Poza - Perico
Osvaldo Benavides - Paco
Eugenio Polgovsky - Eugenio
Felipe Colombo - Felipín
Diego Luna - Luis
Billy Méndez - Billy
Jorge Fegan - Director
Ada Carrasco - Enriqueta
Maya Mishalska - Leticia
Krystel Klitbo - Matti
Mauricio Armando como Germán
Bárbara Eibenshutz como Teresa
Joseph Birch - Víctor
Beatriz Olea - Alicia
Marcela Figueroa - Recepcionista en hospital
Keiko Durán - Mirna
Anderson Otalvaro - Pablo
Ana Ofelia Murguía - Srta. Estrada
Elizabeth Zúñiga - Rosa
Claudia Ortega - Cándida
Myrrah Saavedra - Moraima
José Escandón - Lic. Castillo
Jorge Salinas - Ernesto
Gustavo Cosain - Octavio
Alfonso Téllez - Jefe del Instituto
Carmina Narro - Irene
Eduardo Santamarina - Ulises
Manolita Saval
Lorena Shelley - Maestra
Gerardo Albarrán - Flavio
Rodolfo Arias - Bruno
Alejandro Bracho - Joel "Chuvila"
Jesús Carrasco - Comisario
Uriel Chávez - Comandante
César Escalero - Payaso Rabanito
Arturo Guízar - Padre Domingo
Raúl Montalvo - Capitán
Sergio Morante - Ponciano
Gloria Morell - Esther
Germán Novoa - Pancho
Maricruz Nájera - Madre Adoración
Teresa Guízar - Monja
José Luis Padilla - Teodoro
José Luis Rojas - Maestro
Tamara Shanath - Liliana
Claudio Sorel - Tiburcio
Gonzalo Sánchez - Roque Fonseca
Horacio Vera - Salomón
Aurora Vázquez - Karina
Dominika Paleta - Elisa
Jorge Soltero - Jorge
Manuel Adrián - Niño
Yolanda Ventura - Teresa 
Konnan - Él mismo


Ludwika Paleta canta il tema della telenovela "Capitanes de la calle"






Curiosità:
Ludwika Paleta ha origini polacche. Il suo debutto come attrice è avvenuto nella novela "Carrusel", dove, con un ruolo da cattiva, si è fatta subito notare da registi e produttori.  Dopo la fortunata esperienza con "Un amore di nonno", si è dedicata allo studio ed è tornata in tv nel ruolo della figlia di Thalia in "Maria la del barrio".
La piccola ha dimostrato il suo grande talento di attrice nonostante la sua giovanissima età, soprattutto nelle scene più commoventi e difficili di "Un amore di nonno". Mentre girava un episodio della novela nel deserto di Sonorilla, a Sonora, è dovuta rimanere sotto la sabbia per interpretare una delle ultime scene in cui il suo personaggio, Alejandra, insieme a Daniel correvano da uno scorpione che poi viene sommerso trascinando anche la bambina.
Ludwika accettò di farsi sotterrare fino al collo e la scena riuscì perfettamente anche se quando si concluse la bambina rimase per un'ora intrappolata dalla sottile sabbia che fu rimossa poco alla volta.I tecnici e la produzione si preoccuparono molto per il benessere di Ludwika e istallarono dei parasole e le offrirono acqua e sali minerali per evitare la disidratazione.Dopo altre due ore finalmente Ludwika uscì completamente dalla sabbia sana e salva.


Gael Garcìa Bernal è figlio d'arte: suo padre, José Angel Garcìa, regista di "Dottor Chamberlain", dove tra l'altro il piccolo ha partecipato nel ruolo del figlio del cattivo della storia, Luca Valenti; sua madre, Patricia Bernal, invece, è nota al pubblico italiano per la sua partecipazione in "Io non credo agli uomini", nel ruolo di Camilla.
Gael, che all'epoca della telenovela aveva 12 anni, ha continuato la sua carriera di attore, arrivando ad interpretare Ernesto Che Guevara nel film "I diari della motocicletta".


Jorge Martinez de Hoyos, il simpatico nonno Joaquìn, ha lavorato ne "Il peccato di Oyuki" e in "Ali del destino".


La telenovela ha ricevuto il premio come miglior attore protagonista (Jorge Martinez de Hoyos) e come miglior attore del reparto infantile (Gael Garcìa Bernal), oltre alle nomination come miglior attrice infantile (Ludwika Paleta e Flor Edwarda Gurrola).

Nel 2003 Televisa ha realizzato un remake di questa telenovela, intitolato "De pocas, pocas pulgas" con Ignacio Lopez Tarso, Santiago Mirabent e Natasha Dupeyron.

In Messico la telenovela è stata replicata nel 2009 a partire dal 1 giugno. 

La canzone della sigla originale, "Capitanes de la calle" è cantata da Ludwika Paleta












Nessun commento:

Posta un commento