domenica 11 novembre 2012

Da cor do pecado - Trama completa



Negli anni 70, l'impresario Afonso Lambertini (Lima Duarte) ha una relazione con una domestica che lavora in casa sua, Edilásia (Rosi Campos), che rimane incinta di lui.
Afonso è sposato con Sílvia, donna dalla salute fragile che non è riuscita a dargli un erede.
L'uomo confessa la relazione con Edilasia a Silvia, la quale accetta di crescere il bambino come se fosse suo, nonostante il tradimento.
Ma ciò che non immagina Afonso è che Edilásia ha partorito due gemelli e che, costretta a dover cedere uno dei bambini al padrone, è fuggita con uno dei suoi figli.
A reggerle il gioco c'è Germana (Aracy Balabanian), la governante della casa e grande amica di Afonso e Sílvia.
I due gemelli nascono in due case diverse, senza sapere l'uno dell'altro; Apolo, viene cresciuto dalla madre, e Paco dal padre e dalla matrigna che dopo poco muore.
Afonso entra in depressione e si dedica esclusivamente al lavoro per la  gestione delle imprese del Gruppo Lambertini, di cui è proprietario.
Ventitré anni dopo, Paco (Reynaldo Gianecchini) è diventato un botanico dedito alla sua professione.
Unico erede della fortuna Lambertini, il ragazzo non è per niente d'accordo con l'attività del padre, per il quale sono importanti solo il denaro e le imprese.
Infatti, Paco è una persona molto generosa, che difende l'ambiente e i più deboli e sogna una vita normale come quella degli altri.
Durante un viaggio nella regione del Maranhão per fare ricerche sulle erbe medicinali, Paco conosce Preta (Taìs Araujo), una bellissima ragazza nera che vende proprio le erbe che il giovane sta cercando, nel mercato  della zona assieme a sua madre, Donna Lita (Solange Couto).
Tra i due è amore a prima vista e passano qualche tempo insieme, anche se Preta non ha grande fiducia in lui, poiché si meraviglia del fatto che un uomo bianco e ricco duca di amarla e volerla sposare senza conoscerla così bene.
Paco è, inoltre, fidanzato dall'adolescenza con Bárbara (Giovanna Antonelli), ragazza ambiziosa che da otto anni cerca di sposarsi con lui per diventare ricca e avere un certo prestigio sociale, essendo figlia di due imbroglioni ormai sul lastrico, Edu (Ney Latorraca) e Verinha (Maité Proença), dal carattere pessimo  e dei quali si è sempre vergognata.
Nel frattempo, Apolo vive con sua mamma Edilásia, detta Mamuska, i suoi quattro fratelli (avuti dal lottatore Napoleao Sardinha, ora morto, e che Apolo crede essere suo padre): Ulisses (Leonardo Bricio), Thor (Cauà Reymond), Abelardo (Caio Blat) e Dionísio, detto Dio (Pedro Neschling).
I ragazzi vivono in riva al mare gestendo un chiosco e una palestra e sono cresciuti con il culto della lotta libera.
Paco, intanto, è sempre più innamorato di Preta e decide di tornare a Rio de Janeiro per terminare il suo fidanzamento con Barbara, promettendole di non dimenticarsi della promessa fatta alla ragazza, ossia quella di sposarla non appena fosse tornato da lei.
Una volta a Rio, Paco ha una notizia che sembra distruggere tutti i suoi piani: Barbara è incinta.
Confuso, Paco non sa come comportarsi perché ama Preta ma non vorrebbe fuggire dai suoi doveri di padre abbandonando Barbara.
Dopo aver parlato con Germana, il ragazzo decide di tornare nel Maranhao senza dir nulla a Barbara dell'esistenza di Preta, e disposto a sposarla come aveva detto.
Barbara in realtà aspetta un figlio da Kaike (Tuca Andrada), uomo debole che la segue ovunque facendo tutto quello che lei gli ordina.
La donna non può lasciarsi sfuggire la possibilità di realizzare i suoi piani e incastrare l'erede di Afonso, e così, i due amanti decidono di seguire Paco per scoprire la causa della sua fuga.
Barbara scopre che il suo promesso sposo ha una relazione con una "negrinha" e decide di fare tutto il possibile per separarlo da lei.
Con l'aiuto di Kaike e poi di un ragazzo, Dodo (Jonathan Haagensen) che scopre essere innamorato di Preta, Barbara riesce a screditarla agli occhi di Paco.
Infatti, dopo aver parlato con Paco tentando di farlo ragionare per tornare insieme a lei per il bene del bambino, ruba la sua carta di credito con la quale fa comprare a Dodo una serie di elettrodomestici per regalarli a Preta, e poi la fa nascondere nella sua borsa.
Paco si accorge di non avere più la carta di credito e gli viene consegnata la ricevuta di pagamento per le sue spese in elettrodomestici.
Paco si reca al negozio e non riesce a capire cosa succede e, quando viene a sapere che gli elettrodomestici sono stati consegnati a casa di Preta, corre da lei per avere spiegazioni.
La ragazza rimane senza parole e non riesce a capire come mai tutte quelle cose si trovino a casa sua.
Paco non le crede e, arrabbiato, torna al suo hotel pensando che la ragazza sia solo interessata al suo denaro, che odia sempre più perché crede sia l'unico motivo per il quale le persone si avvicinano a lui.
Preta è disperata e vuole dimostrare a tutti i costi a Paco  di non essere interessata ai suoi soldi e di amarlo veramente.
Consolata da  Pai Helinho (Mateus Nachtergaele), un falso santone amico del cuore che inganna le persone fingendo di avere visioni e di poter colloquiare coi morti, e da Cezinha, suo collaboratore e amico, cerca di convincere Paco di essere innocente.
Ma Barbara ha in mente un altro piano, questa volta ancora più terribile.
Infatti, dopo aver fatto bere un drink con del sonnifero a Preta, fingendo di volersi scusare per essersi intromessa tra di loro, la fa portare a casa di Dodo e la fa spogliare e mettere nel suo letto.
Paco cerca Preta ovunque e viene a sapere che  si trova a casa di Dodo e che i due stanno insieme, e incredulo si reca da lui per verificare.
Furioso per aver visto Preta nel letto di Dodo, scappa via, pentendosi di aver trattato male Barbara e di averla rifiutata.
Così decide di parlare con lei, ma non riuscendo a comunicare con la donna via telefono e non conoscendo il nome dell'hotel dove alloggia, chiama tutti gli alberghi della zona per trovarla.
Una volta trovato l'hotel si reca dalla donna ma trova una spiacevole sorpresa: Barbara è in piscina con Kaike e i due, scambiandosi effusioni, parlano del loro piano per ingannarlo.
Sconvolto e senza più voglia di lottare, si rinchiude nella sua camera d'albergo, convinto di essere stato ingannato dalle due donne, sempre a causa del suo denaro.
Dopo aver parlato con Barbara, Paco fa arrivare nel suo albergo anche Kaike e, davanti a lui, le dice di aver scoperto tutto.
Barbara, furiosa, gli confessa tutto il suo disprezzo e gli conferma di essere stata con lui solo per il soldi, perché oltre alla fortuna che erediterà, non ha nulla che possa piacere ad una donna.
Afonso, intanto, è preoccupato per suo figlio poiché non è più tornato dal Maranhao e decide di raggiungerlo per riportarlo a casa.
Barbara, temendo di essere in pericolo, fa credere da Afonso che Paco sia diventato pazzo e che ha rifiutato suo figlio perché convinto che lei la tradisca e che, ovviamente, sia tutto frutto della sua fantasia.
Afonso trova Paco ubriaco e la conversazione con lui finisce con un gesto violento del ragazzo, che lo spinge perché non vuole saperne nulla di lui e vuole restare da solo.
Questo gesto convince l'uomo che Barbara abbia ragione sulla sua salute mentale e, dopo aver riparlato con la donna, manda degli infermieri di una clinica per fare internare Paco.
Il ragazzo però riesce a scappare rubando l'ambulanza con la quale volevano trasportarlo in clinica e raggiunge il suo elicottero personale per scappare via lontano.
Barbara lo segue e riesce a salire sull'elicottero per tentare di fermarlo, ma il ragazzo è sconvolto e deluso da tutti e non ha nessuna intenzione di tornare indietro.
Dopo l'ennesima provocazione di Barbara,  Paco fa precipitare l'elicottero in mare per togliersi la vita.
Poco tempo prima Apolo e Ulisses erano partiti in barca verso il Maranhao e avevano dato un passaggio a dei delinquenti che avevano rubato milioni in oro dal Gruppo Lambertini. Una volta scoperti, i malviventi avevano tentato di ucciderli colpendo con una pistola Apollo che cade in mare ferito.
Ulisses, proprio al momento del tentato suicidio di Paco, sta cercando suo fratello in mare, poiché è convinto che non sia morto, come tutti gli dicono.
Barbara si salva e riesce a raggiungere la riva, mentre Paco cade in mare con i resti dell'elicottero, e così viene creduto morto.
Ulisses vede Paco e, credendo che sia suo fratello Apolo, lo riporta a casa felice.
Paco gli spiega di non essere la persona che lui crede, ma Ulisses pensa sia dovuto alla brutta esperienza del ragazzo in mare e che, quindi, ha perso la memoria.
Poco dopo però il ragazzo si rende conto di essersi sbagliato ma, non avendo il coraggio di dire a Mamuska che Apolo è morto, decide insieme a lui di continuare la farsa.
Per Paco questa è una grande opportunità per rifarsi una vita lontano dalle persone che gli hanno fatto del male, e tentare di dimenticare Preta.
Nel frattempo in Maranhão, la ragazza riceve due notizie: la prima è la morte di Paco, senza avergli potuto provare di essere stata ingannata e di amarlo, e la seconda è che è rimasta incinta di lui.
Passano otto anni, siamo nel 2004. Paco, ormai divenuto Apolo, è ancora in Maranhão con Ulisses, preparandosi a tornare a casa, perchè Mamuska non ce la fa più a stare senza i suoi figli.
Preta è diventata madre di Raí, ragazzino dal cuore d'oro che desidera  conoscere la famiglia di suo padre, ora che la madre Lita è morta.
Per questo motivo, i due si recano a Rio de Janeiro.
Qui vive Bárbara con il problematico figlio Otávio, maltrattato dalla madre che non gli ha mai dato un po' di affetto, al contrario di Kaike, che però non può rivelargli di essere suo padre.
Bárbara, scoperto che Preta è in città eche ha avuto un figlio da Paco, farà di tutto per allontanare la ragazza da Rio.
Infatti, sempre grazie all'aiuto di Kaike, farà arrestare la povera ragazza per furto e rinchiudere Rai in un istituto per minorenni disagiati.
Fortunatamente Rai scappa dall'istituto e il giudice riconosce l'innocenza di Preta che corre a riabbracciare suo figlio.
A difenderla da tutte le cattiverie di Barbara c'è Felipe (Rocco Pitanga), migliore amico di Paco e ora innamoratosi di Preta.
Afonso conosce Raì e rimane incantato dal ragazzino perché gli ricorda molto suo figlio, ma crede che Preta sia una ragazza interessata solo al suo denaro e che menta sulla relazione avuta in passato con Paco.
L'uomo però dovrà ricredersi quando decide di fare il test del DNA per scoprire se è suo nipote, e capisce che non mentiva affatto.
Paco torna a Rio nelle vesti di Apolo e si riunisce alla famiglia che non sa essere la sua e rincontra sia Barbara che Preta, le quali restano sconvolte dalla sua somiglianza con l'erede di Afonso.
Paco comincia ad avere dubbi e non sa se rivelare la sua identità o meno. Nel frattempo Paco/Apolo incontra la bella surfista Moa (Aline Moraes), che si innamora di lui e con la quale ha una relazione.
Le cose si fanno difficili per Barbara perché viene ricattata dal perfido Tony (Guilherme Weber), invaghitosi di lei, desideroso di rovinare Afonso e a conoscenza del segreto di Barbara.
Dopo varie disavventure, verrà scoperta la vera identità di Paco, grazie ad una cicatrice, e Preta si ricongiungerà a lui raccontandole tutta la verità e perdonandolo per aver finto di essere un'altra persona.
I due vivranno felici insieme a Rai e alla grande famiglia del giovane.
Barbara, ormai senza scampo, si toglierà la vita, non prima di aver eliminato Tony.
Apolo, che tutti credevano morto, riapparirà nell'ultima puntata, dopo aver vissuto come naufrago in un'isola deserta.
(trama a cura di Marianna. Si prega di non copiare il contenuto in altri siti, grazie!)

Nessun commento:

Posta un commento