venerdì 1 febbraio 2013

Prima puntata de "José do Egito"

Ieri finalmente è iniziata la tanto attesa miniserie biblica "José do Egito"! E con lei sono iniziate anche le prime critiche: ottima fotografia, scenari spettacolari, regia molto buona, ma sceneggiatura debole soprattutto prima del salto temporale quando vediamo José ancora bambino, debolezza sia per quanto riguarda l'interpretazione di alcuni attori, sia per i dialoghi troppo semplici scelti per alcuni personaggi.Il portoghese usato è più vicino a quello moderno, senza troppe parole e espressioni antiche ed esagerate, al contrario della storia originale che, come sappiamo, ha un vocabolario più complicato.
Questo è un punto a suo favore senza dubbio.
Molte critiche positive ha ricevuto il personaggio di Dinà, interpretato nella prima fase da Marcela Barrozo, fidanzata nella realtà con Ricky Tavares, che interpreta José da ragazzo.
Il primo capitolo della miniserie, trasmesso il 30 gennaio 2013, ha ottenuto 13 punti all'Ibope di San Paolo, e quindi "José do Egito" è finora la miniserie biblica con il punteggio più alto alla sua prima messa in onda.
A Rio de Janeiro ne ha ottenuti 18, uno in meno della Globo nello stesso orario. Le precedenti miniserie avevano totalizzato meno punti (A historia de Ester 14, Sansao e Dalila 16, Rei Davi 15).
Considerate che un punto all'Ibope a Rio equivale a 39 mila case! Non male come inizio direi!




Nessun commento:

Posta un commento