venerdì 21 giugno 2013

Trama completa - "Marina"/"A sucessora"


        
(trama a cura di Marianna. E' vietato copiare il contenuto in altri siti!)

La telenovela è ambientata in Brasile negli anni 20 e più precisamente a Rio de Janeiro.
Nella fazenda Santa Rosa tutti aspettano con ansia l'arrivo di un nuovo compratore per le terre di Emilia (Beatriz Veiga), vedova e madre di Marina (Suzana Vieira), una giovane colta, intelligente e molto sensibile.
L'uomo tanto atteso è Roberto Stein (Rubens de Falco), vedovo di Alice Stein e uomo molto conosciuto a Rio, comparso anche su alcune riviste.
Marina è affascinata dalla figura dell'uomo prima ancora di averlo conosciuto, così come Adelia (Lisa Vieira), sua cugina e grande amica, la quale vorrebbe sapere tutto sul "vedovo più affascinante di Rio".
Roberto, da quando ha perso sua moglie, non si è mai innamorato di nessun'altra, considerando la sua Alice, una donna indimenticabile.
L'interesse di Marina per il misterioso Roberto suscita la gelosia di suo cugino Miguel (Paulo Figueiredo), da sempre innamorato di lei ma non corrisposto.
Roberto Stein arriva prima del previsto alla fazenda Santa Rosa e rimane affascinato fin da subito da Marina, che si innamora di lui a prima vista.
Roberto, però, è frenato dalle voci che girano sul fidanzamento della giovane con suo cugino Miguel ma, una volta chiarito il malinteso, i due iniziano a frequentarsi sempre di più e a conoscersi meglio.
Durante la festa di San Giovanni, Marina pesca un biglietto della fortuna, nel quale c'è scritto che sposerà un milionario.
E così sarà: Marina e Roberto si sposano e per la donna inizia una nuova vita.
Marina, dopo aver lasciato la casa materna, ormai moglie di Roberto, si accorge dell'esistenza di un mondo così diverso da quello in cui è vissuta.
Durante la luna di miele conosce molte città tra Uruguay e Argentina e alloggia presso alberghi molto lussuosi.
Solo nel momento in cui arriva nella bella villa, dove vivrà con suo marito, inizieranno per lei vari problemi che minacceranno la sua felicità.
Marina viene presentata a tutti i domestici, meno che a Juliana (Nathalia Timberg), la fedele governante della casa, che conoscerà in un secondo momento.
Da qui il suo matrimonio dovrà affrontare non pochi ostacoli: prima di tutto Miguel, promesso di Marina per volere della famiglia, che non accetta il matrimonio della donna con Roberto, e che si fa aiutare da Adelia, sua sorella, la quale sogna di essere la nuova signora Stein, a separare la coppia.
Adelia si avvicina, così, a Germana (Arlete Salles), sorella di Roberto, e entra a far parte del gruppo di amici degli Stein, creando situazioni spiacevoli a sua cugina.
Germana è una donna molto forte, che ha problemi con il marito Vasco (Kadu Moliterno), un uomo molto più giovane di lei, bello, intelligente, un grande tennista di fama internazionale.
Ma i veri problemi iniziano proprio alla villa; nella sala principale c'è il ritratto della defunta Alice, chiamata "la donna indimenticabile", che Juliana adora.
Ma il ritratto non è l'unica cosa che tiene viva la memoria della vecchia padrona di casa Stein; tutto in quel luogo la ricorda.
Juliana non accetta che Marina possa occupare il posto della sua defunta padrona e, una volta conosciuta la nuova signora Stein, la tratta con molta freddezza.
Inoltre non fa altro che parlare di Alice, tormentando la povera Marina, la quale inizia a sentirsi inadeguata, anche se tenta in ogni modo di adattarsi ad una vita così diversa da quella che aveva sempre avuto.
Ma non è solo Juliana a parlare di Alice, ma anche la sorella di Roberto, Germana, la cugina Filomena e molti altri.
Tutti coloro che hanno avuto modo di conoscere Alice non hanno mai dimenticato la sua forte presenza.
Per Marina è difficile convivere con il fantasma di Alice e confessa le sue paure a Roberto, il quale la rassicura e la ama sinceramente.
Juliana, invidiosa della felicità dei due nonostante i suoi tentativi di separarli, continua a creare intorno alla nuova padrona un clima di mistero e di paura, facendosi aiutare dal maggiordomo, Antonio (Paulo Pinheiro) e dall'ambiziosa cameriera Ondina (Munira Haddad).
Arriva la tanto attesa festa alla villa per presentare Marina all'alta società.
Anche in questa occasione tutti non si sottraggono dal fare commenti sulla vecchia padrona e a fare paragoni tra lei e Marina, soprattutto Germana, la quale fa notare ai presenti che la discesa dalle scale dei due novelli sposi, ricorda molto quella avvenuta anni prima con Alice.
Dopo la stressante festa, Juliana continua a vigilare Marina, la quale si confida con Miguel, che si è riavvicinato a lei nonostante la delusione di essere stato abbandonato, e che ogni tanto viene a farle visita.
La vecchia stanza di Alice è sempre chiusa a chiave e ciò aumenta la curiosità di Marina, che arriva ad avere un attacco di nervi, non potendo più sopportare la situazione.
Alice Stein sembra non essere morta per nessuno, il suo fantasma è così presente che Marina crede che suo marito non potrà mai dimenticarla.
Dopo molti giorni di insicurezze e paure, l'arrivo di Isabel (Sônia de Paula), domestica di Marina quando abitava nella fazenda della madre, è di aiuto per lei per risollevarsi un po' e credere più in se stessa, anche se Juliana tenta costantemente di rovinare tutto.
Arriva il giorno della festa di Carnevale e Marina decide di vestirsi proprio da Alice Stein, credendo di far piacere al marito.
Roberto, invece, si arrabbia moltissimo e Juliana è contenta della sua piccola vittoria.
Filomena (Célia Biar), la cugina di Roberto, vedova ricca e generosa, si dimostra l'unica della famiglia Stein più comprensiva e sincera verso Marina, l'unica che non ha un'ammirazione esagerata nei confronti di Alice.
La donna diventa amica di Marina, ma è odiata da Germana (Arlete Salles).
Intanto Emilia (Beatriz Veiga), madre di Marina, è molto preoccupata perché non riconosce più sua figlia e chiede a Roberto di darle un nipotino, così da porre fine alla spiacevole condizione della giovane e portare un po' di felicità in quella casa.
La richiesta della donna mette in crisi Roberto, il quale, tormentato da un segreto, non vuole avere figli.
In occasione di un ballo in maschera, Marina conosce Lucia de Gòes (Rosana Penna), vecchia amica di Alice che le confessa di aver scritto insieme a lei un diario segreto.
Così la donna decide di cercare il diario, credendo di poter trovare qualche elemento a sfavore della vecchia padrona, in modo da poterla screditare agli occhi del marito e delle persone che continuano ad adorarla dopo la sua morte.
Il diario, però, sembra sparito nel nulla e intanto Marina scopre che suo marito è sterile e rimane scioccata.
Per questo, la donna decide di passare qualche tempo nella fazenda di sua madre e poi ritorna alla villa chiedendo al marito di adottare una bambina.
Roberto, che durante tutti gli anni di matrimonio non aveva mai negato nulla a sua moglie, si rifiuta categoricamente di toccare l'argomento.
Ma Marina decide di recarsi lo stesso in un orfanotrofio e rimane incantata da una bella bambina, chiamata proprio Alice, che comincia a frequentare sempre più spesso.
Dopo un breve periodo di tranquillità, Marina scopre una stanza segreta dove trova molti oggetti appartenenti ad Alice, compresa una cassa chiusa a chiave che farà aprire da Miguel.
Il giovane trova al suo interno il diario di Alice ma decide di nasconderlo nella libreria, prima di consegnare la cassa aperta a Marina.
La donna, delusa di non aver trovato ciò che cercava, scopre, però, una foto strappata di Roberto con una bambina e cerca di capire di chi si tratta.
Juliana le dice che è sua nipote, Olivia, ma la versione non convince molto Marina.
Intanto Emilia si ammala e muore poco dopo, lasciando Marina nella totale tristezza, senza riuscire a trovare un po' di serenità accanto a suo marito, tormentata dai mille misteri che ruotano intorno a lui e ad Alice.
Un giorno Adelia trova il diario nella libreria ma Juliana se ne appropria giusto in tempo per strappare alcune pagine.
Marina inizia a leggere il diario ma si accorge delle pagine mancanti e la sua ossessione aumenta.
Così decide di parlare con Roberto e farsi spiegare tutto. L'uomo, però, strappa il diario di Alice davanti ai suoi occhi chiedendole di non parlarle mai più dell'argomento.
Laurita (Patricia Bueno), amica di Roberto, che è solita frequentare la villa Stein, convince Marina a partecipare ad una seduta spiritica per scoprire qualcosa in più su Alice.
Inoltre, proprio durante gli ultimi giorni di vita di sua madre, Marina inizia ad avere delle nausee sempre più frequenti e chiama il medico di famiglia per essere visitata.
Il dottor Moretti (Francisco Dantas) le dice che è incinta.
Finalmente arriva un po' di felicità in casa Stein e Roberto riesce ad avvicinarsi anche alla piccola Alice, la bambina dell'orfanotrofio che Filomena ha deciso di adottare.
Ma la felicità dura poco poiché Marina scopre l'altra metà della foto di Roberto con la bambina, dove c'è niente di meno che Juliana.
La donna affronta la governante e capisce che, oltre ad essere ossessionata dal ricordo di Alice, è innamorata del suo padrone.
Infatti, Juliana, con la morte di Alice, aveva creduto di poter essere lei la "sucessora" e diventare la nuova signora Stein.
Marina è assalita da mille dubbi e arriva a pensare che la bambina della foto, sia la figlia di suo marito con la governante, visto che Roberto non è sterile.
Non potendo più sopportare la situazione, Marina caccia di casa Juliana, la quale ha un attacco isterico e spaventa tutti i presenti.
La donna, che ormai ha perso tutto ed è diventata completamente pazza, si traveste da Alice e comincia a comportarsi come lei.
Il dottor Moretti la porta in una clinica psichiatrica e dopo qualche giorno si scopre tutta la verità sulla misteriosa bambina, Olivia.
La bambina si chiama in realtà Alice ( la stessa bambina che Marina voleva adottare e che ha poi adottato Filomena, la zia di Roberto) ed è figlia di Pedro Munhoz (Ary Coslov), uomo colto e intelligente, il quale aveva avuto una relazione con la vecchia signora Stein, prima che lei sposasse Roberto.
Il parto, realizzato dal dottor Moretti, che nascondeva il segreto insieme a Munhoz, compromise per sempre la vita della donna, la quale scoprì di non poter avere più figli.
Alice decise, così, di far credere al marito che lui fosse sterile, con la complicità di un parente medico, e aveva poi portato la bambina in un orfanotrofio.
Dopo aver scoperto che Alice non era stata per niente una brava moglie, Roberto e Marina decidono di cancellare ogni ricordo di lei e bruciano il quadro che dominava la sala principale della villa.
Finalmente i due innamorati possono vivere felici con il loro figlio, lontani dal ricordo di Alice Stein.

(trama a cura di Marianna. E' vietato copiare il contenuto in altri siti!)
        

1 commento:

  1. potete dirmi dove posso trovare la telenovelas "Marina" (a sucessora-1978) completa?
    grazie

    RispondiElimina