martedì 22 ottobre 2013

Cuando me enamoro: Trama dettagliata (terza parte)



CAPITOLO 7
Dopo il bacio, Renata scappa via e Adriana dice all'amica che dovrebbe lottare per il suo amore perché è evidente che Jeronimo la ama ancora e che lei non potrà dimenticarlo.
Dopo la festa i due rientrano a casa e Renata, un po' brilla, chiede al marito di fare l'amore con lei. Finalmente, dopo tanti problemi, i due riescono a passare la notte insieme felici.

Il giorno dopo, Jeronimo fa una sorpresa alla moglie facendo arrivare alla fattoria il suo cavallo, che era rimasto in Messico e che mancava molto a Renata.
Le cose sembrano migliorare anche se Adriana ha scoperto tramite Carlos che Jeronimo è ancora combattuto a causa di un segreto nel passato di Renata, che la ragazza non ha avuto il coraggio di confessargli.
Renata non capisce di cosa si tratti e decide di investigare. Dall'altra parte Agustìn ha saputo tramite Alvaro che Rafael un tempo lavorava per l'impresa Monterrubio. Inoltre l'uomo comunica a Matìas che il matrimonio di Renata e Jeronimo è una farsa perché da quando sono arrivati alla fattoria, non hanno fatto altro che litigare e gli dice che la ragazza non vive più con suo marito da qualche tempo.
Pieno di rabbia, Matìas sfida il suo amico ed ex professore a scherma e per poco non lo ferisce.
Il giorno dopo, Agustìn, in occasione della fine dei festeggiamenti per la vendemmia, fa un brindisi a Rafael Gutierrez, lasciando Renata senza parole.
La giovane, infatti, rimane sorpresa all'ascoltare il nome del giovane, le viene subito in mente il suo amico, anche perché ha sempre creduto che il fratello di suo marito portasse il suo stesso cognome, ossia Linares. Dopo aver visto una sua foto, Renata scopre il ragazzo che non riusciva a contattare da molti mesi è proprio il fratello di Jeronimo.
Renata è sconvolta e inizia a piangere non potendo credere che Rafael sia morto.
Jeronimo si sorprende con la reazione di sua moglie e, ritenendola responsabile di tutto, crede che stia recitando anche se Carlos gli fa notare che la ragazza è veramente disperata e che una persona non può arrivare a fingere su una cosa così grave.
Renata spiega al marito che lei e Rafael erano molto amici ma che si erano persi di vista quando lui aveva lasciato l'impresa Monterrubio, e che non sapeva nemmeno che fosse diventato un viticoltore, ma solo che aveva una sorpresa per lei e che voleva vederla quella sera al bar "La mentirosa".
Jeronimo le dice che quella sera anche lui aveva appuntamento con suo fratello nello stesso locale ma che purtroppo non era mai arrivato.
Renata capisce che c'è qualcosa sotto e che probabilmente Jeronimo è convinto che lei conosca la Bonita e la stia coprendo.
Per questo motivo decide di investigare e si fa aiutare da Adriana.
Intanto Matilde, la domestica, vedendo soffrire il suo padrone, di cui si è invaghita, a causa della donna che ha ucciso suo fratello (che crede sia Renata), rende la vita impossibile alla ragazza, con la speranza che abbandoni la fattoria.
Renata non ne può più della sua arroganza e affronta Matilde, la quale le dice che non sopporta la sua presenza in casa e che non capisce come mai il suo padrone riesca a vivere accanto all'assassina di suo fratello.
Renata non crede a ciò che ha appena scoperto: Jeronimo pensa che lei sia la famosa "Bonita". La donna si fa spiegare tutto ciò che Matilde sa a riguardo e pretende di vedere la lettera e la foto di cui le la ragazza le ha parlato.
Matilde non sa dove si trovino quelle prove e Renata le chiede di aiutarla a dimostrare la sua innocenza perché, una volta provato che lei non è La Bonita, andrà via per sempre dalla fattoria e lascerà in pace Jeronimo.
Matilde, pur non credendo all'innocenza della donna, accetta perché spera che Renata abbandoni suo marito e sparisca per sempre.
Renata è molto triste perché ha scoperto che Jeronimo l'ha sposata solo per vendicare la morte di suo fratello, ma non si perde d'animo perché ha bisogno di trovare le prove della sua innocenza prima di chiedere l'annullamento del matrimonio.
Agustìn approfitta della situazione per dimostrarsi sempre più generoso e leale nei confronti di Renata, sperando di poterla conquistare allontanandola da Jeronimo.
Per caso l'uomo, infatti, ha scoperto che su un albero della fattoria, Rafael ha inciso un cuore con il suo nome e quello di Roberta, e lo mostra a Renata.
La donna rimane sconvolta e cerca di capire come si sono conosciuti i due ragazzi e perché hanno nascosto a tutti la loro relazione.
Renata ricorda che un giorno Rafael le aveva chiesto se lo considerava all'altezza dei Monterrubio e se Gonzalo lo avrebbe accettato come genero.
All'epoca la ragazza credeva che Rafa stesse scherzando riferendosi a lei, ma dopo gli ultimi sviluppi, capisce che parlava di Roberta.
All'improvviso Renata ricorda tutti i momenti in cui sua sorella si dimostrava interessata a Rafa ma decide di parlare con suo marito solo quando riuscirà ad avere le prove.
Approfittando dell'assenza di Jeronimo, Renata si introduce nella sua camera e trova la foto di Roberta con la dedica a Rafa.
La donna affronta il marito e gli dice che si è sbagliato su di lei e che la Bonita è sua sorella.
Jeronimo non le crede nemmeno quando la moglie vuole dimostrargli che la scrittura della lettera non è la sua e inoltre gli fa vedere il ciondolo con la "R" che ha trovato in camera del fratello.
Renata allora lo porta in camera sua e gli fa vedere il suo ciondolo, ma Jeronimo ancora non le crede e pensa che la moglie abbia due ciondoli uguali.La donna mostra al marito le incisioni sull'albero ma nemmeno questo riesce a calmare Jeronimo, il quale accusa Renata di aver fatto incidere i nomi in un secondo momento.
La donna non ne può più e chiede al marito di spiegarle il perché della sua convinzione nonostante le tante prove che gli ha mostrato.
Jeronimo, però, non le rivela che è stata sua madre a raccontarle tutto, e continua ad accusarla di essere una bugiarda.

Renata gli dice che è lui il bugiardo perché l'ha ingannata sposandola solo per vendetta, quando lei invece l'ha sempre rispettato e amato.
Intanto a casa dei Monterrubio succede qualcosa di irreparabile: Roberta perde il bambino.
Fina consiglia alla figlia di non rivelare la cosa a nessuno prima che sposi Matìas, e non la porta nemmeno in ospedale.
La ragazza si sente sempre più male e Fina è costretta a portarla dalla sua ginecologa che le comunica che non solo ha perso suo figlio ma anche la possibilità di essere madre in futuro.
Roberta è distrutta ma Fina le mette in testa che la cosa più importante è non far sapere niente a nessuno e sposarsi con Matìas, anche perché i figli portano troppe responsabilità e lei potrà essere una donna libera.


CAPITOLO 8
Jeronimo inizia a pentirsi di aver trattato così male Renata, soprattutto dopo aver parlato con Regina, la quale gli consiglia di dimenticarsi per sempre della sua vendetta perché la moglie è sempre stata sincera e lo ama per davvero.
Renata, però, è decisa a separarsi dal marito e si fa accompagnare da Agustìn 
per prendere le ultime cose prima di tornare a casa in Messico. L'uomo è tutto contento perché finalmente crede di aver allontanato la donna da Jeronimo, 
Quest'ultimo, venuto a sapere che Renata è in viaggio con Agustìn, si precipita per fermarla e chiederle di ricominciare da capo e di perdonarlo.
Durante il tragitto, Renata si accorge che Jeronimo la sta seguendo e chiede all'amico di fermarsi perché ha sentito suo marito chiamarla. Jeronimo si avvicina alla donna ma in quel momento viene travolto dall'acqua in prossimità del fiume che sta straripando.
Renata è disperata e chiama i soccorsi vedendo Jeronimo che rischia di annegare.
Per fortuna l'uomo viene salvato ma ha la febbre alta e Renata si prende cura di lui, restando ancora qualche tempo a "La Bonita". Alla fattoria c'è anche Regina, arrivata lì dopo essere stata avvelenata da una misteriosa donna (che in realtà è Fina) ed essersi salvata in tempo grazie a sua madre.
Renata accudisce il marito dimenticandosi per un po' delle sue accuse e donandogli ancora una volta tutto il suo amore.
Jeronimo si riprende poco a poco ma Renata scopre che Regina era a conoscenza del piano di vendetta dell'uomo e, delusa, abbandona la Bonita promettendosi di non tornare più sui suoi passi e soprattutto di impedire le nozze di sua sorella con Matìas.
Per questo motivo Renata chiede nuovamente aiuto ad Agustìn che si offre di accompagnarla a Città del Messico. Arrivati in aeroporto, il volo subisce un ritardo e, anche dopo essere riusciti ad atterrare a destinazione, Renata e Agustìn restano bloccati nel traffico.
La ragazza chiama Adriana pregandola di fare qualcosa per impedire o almeno ritardare le nozze di Matìas. Renata è sicura che rimanendo ferma nel traffico, non riuscirà a raggiungere la cerimonia e così scende dal taxi e sale sulla moto di un ragazzo che passa di lì, chiedendogli di portarla alla villa dei Monterrubio.
Purtroppo Renata non riesce comunque ad arrivare in tempo per fermare Matìas ma decide di parlare lo stesso con il ragazzo dopo la cerimonia per raccontargli tutto ciò che ha scoperto su Roberta.
Fina va su tutte le furie vedendo Renata alla villa e, prendendola per un braccio, la trascina via urlandole di non mettere più piede in casa sua.
Gonzalo interviene e chiede alla moglie di tacere e di lasciar parlare Renata senza provocare ulteriori scandali.
Roberta, Fina, Gonzalo, Matìas e Adriana si riuniscono in una stanza per ascoltare Renata, la quale, piena di rabbia, rivela di aver smascherato sua sorella.
La ragazza, infatti, dice a tutti di aver scoperto che Roberta è stata fidanzata con Rafael e che voleva scappare insieme a lui dopo aver mantenuto nascosta la relazione con lui per vari mesi.
Renata accusa la sorella di essere la responsabile della morte del ragazzo, il quale è niente meno che il fratello di Jeronimo. La giovane spiega a tutti che vicino al corpo di Rafael è stata trovata una lettera firmata con una R, nella quale una misteriosa ragazza lo lasciava rimproverandogli di non essere alla sua altezza, motivo per il quale il giovane si era tolto la vita.
Roberta entra nel panico e accusa Renata di essersi inventata tutto. La sorella la rimprovera per averle fatto del male, visto che Jeronimo ha creduto che fosse lei "La Bonita" e l'ha sposata solo per vendetta.
A quel punto Matìas e Gonzalo ritengono opportuno rivelare alla ragazza che Jeronimo è il padre del bambino che Roberta sta aspettando.
Renata non riesce a crederci e scoppia in lacrime perché si sente nuovamente ingannata sia dalla sorella e dalla madre, che dal marito.
Nel frattempo Jeronimo, disposto a tutto pur di riconquistare sua moglie, è in viaggio per Città del Messico.
L'uomo si reca alla villa dei Monterrubio per parlare con Renata ma quest'ultima lo caccia via dicendogli che non crederà mai più ad una sola parola che provenga dalla sua bocca.
Jeronimo le dice che è stata sua madre ad assicurargli che lei aveva avuto una relazione con Rafael, altrimenti non si sarebbe mai comportato in quel mondo.
Renata, però, non vuole sentire ragioni e lo invita ad abbandonare la villa.
Jeronimo è disperato e non sa come dimostrare a Renata di essere sinceramente pentito e di non averla ingannata quando le diceva di amarla profondamente.
Così l'uomo decide di parlare con Adriana, la migliore amica della moglie, per cercare di convincerla ad aiutarlo e soprattutto ad ascoltare la sua versione.
Adriana gli dice di andare via perché non solo ha ingannato Renata ma anche Roberta, andando a letto con lei e facendo sì che la ragazza rimanesse incinta di lui.
Jeronimo le dice che non ha mai avuto rapporti sessuali con Roberta e che quindi il bambino che aspetta non può essere suo.
In un primo momento Adriana non gli crede ma poi capisce che anche Jeronimo è vittima degli inganni di Roberta e di sua madre.
La ragazza si offre di aiutare Jeronimo a parlare con Renata e così i due si rivedono in presenza di Matìas e di Roberta.
Jeronimo chiede che quest'ultima si sottoponga al test del DNA per provare che il bambino che aspetta è suo figlio.
Roberta si rifiuta dicendo che non ha bisogno di dare prove perché ormai tutti sanno che razza di uomo è Jeronimo.
Matìas, pur credendo a Roberta, consiglia alla moglie di fare il test, così da essere lasciati in pace da Linares.
La ragazza corre dalla madre per parlare dell'accaduto e cercare consigli ma la donna è presa da un altro problema: un investigatore, pagato da Regina, ha scoperto che Pepa si trova a Città del Messico ed è sulle sue tracce.
Roberta non sa come evitare di essere scoperta e il giorno in cui si sarebbe dovuta recare in ospedale per il test, approfitta di una lite con Renata per far finta di essere stata spinta giù per le scale dalla sorella e di aver perso così il bambino.






Roberta viene ricoverata e Renata è accusata da Fina di aver spinto la sorella dalle scale.
Renata tenta di difendersi e Jeronimo le dice che, anche se sembra assurdo, sospetta che Roberta lo abbia fatto di proposito per non sottoporsi al test del DNA.

Intanto Jeronimo riceve la notizia dal medico che ha fatto la necropsia a Rafael: il giovane non si è suicidato perché la traiettoria del proiettile fa capire che è stato sparato da un'altra persona.
Iniziano così le indagini per scoprire chi è l'assassino di Rafael e Jeronimo racconta alla polizia i suoi sospetti su Roberta, la famosa "Bonita", e Agustìn che si trovava lì poco prima che i domestici scoprissero il corpo del giovane.
Roberta e Agustìn vengono imprigionati ma Renata, dopo aver parlato con la sorella (la quale confessa di essere la Bonita ma di non aver ucciso Rafael), riesce a dimostrare la sua innocenza, poiché la ragazza si trovava in un negozio a comprare un nuovo cellulare e non avrebbe avuto il tempo di lasciare il Messico, uccidere il suo fidanzato e tornare subito a casa.
Tutte le accuse ricadono allora su Agustìn, il quale va su tutte le furie perché non solo potrebbe essere condannato, ma non potrà stare vicino a Renata.
Jeronimo approfitta della lontananza del rivale per contattare Renata per parlarle e chiederle ancora una volta perdono.
La donna legge negli occhi del marito un sincero pentimento e i due si baciano, anche se Renata non riesce più a fidarsi al 100% del marito, poiché è stato capace di sposarla solo per vendetta, senza curarsi dei suoi sentimenti e del dolore che le avrebbe causato.
CONTINUA....


Nessun commento:

Posta un commento