martedì 13 maggio 2014

"Legami" - I personaggi

Diana Chaves è Inês 


Ragazza di 33 anni, nata a Lisbona, città dove vive con la madre Eunice e il fratello, Tiago.

Suo padre, Joaquim, è morto quando lei aveva 7 anni in un incidente nel quale è stata coinvolta anche sua sorella minore, Marta.

Ines è una ragazza piena di forza di volontà, che ha sempre lottato per raggiungere i suoi obiettivi e per quello che credeva giusto.

Nonostante la sua personalità forte, è una persona ingenua e dà fiducia alle persone che la circondano senza troppa difficoltà.

Diplomata all'Istituto Alberghiero, è proprietaria di un ristorante, "M", insieme a sua madre. Le due, più che mamma e figlia, sono amiche e confidenti.

Il grande amore della sua vita è Joao.




Joana Santos è Diana Silva


Il suo vero nome è Marta ed è una ragazza di 31 anni, figlia di Eunice e Joaquim Nogueira, nonché sorella di Ines.A cinque anni, in seguito ad un incidente, viene data per morta, ma in realtà riesce a salvarsi, anche se, in seguito allo shock, perde la memoria.

Marta viene ritrovata da una coppia di sposi che decide di portarla a vivere con sé. Da quel momento Marta diventa Diana Silva, mentre la sua famiglia è distrutta dal dolore sia per la sua presunta morte che per quella di suo padre Joaquim.Diana cresce a casa di Antonio e di Graciete e lavora al mercato come venditrice di fiori e come cameriera nel bar "Escondidinho", di proprietà di Alvaro, anche se non ha mai accettato la sua condizione sociale e l'appartenere ad una famiglia umile e sogna di diventare ricca.

Anche se tutti la considerano buona e simpatica, in realtà Diana disprezza le persone povere e si vergogna di lavorare al mercato e di non aver avuto la possibilità di studiare. La sua vera personalità è quella di una ragazza fredda, calcolatrice e machiavellica.Quando scopre di essere stata adottata, decide di partire alla ricerca della sua famiglia e in particolare di sua sorella, che ritiene colpevole di tutte le sue disgrazie e delle sue privazioni.L'obiettivo di Diana sarà quello di distruggere Ines e riconquistare tutto quello che le è sempre appartenuto, dal denaro agli affetti.Ciò che Diana però non sa è che il suo piano potrebbe non funzionare perché conoscerà l'amore e ciò farà emergere le sue fragilità e darle una dimensione più umana.



Diogo Morgado è João Caldas Ribeiro



 

Ragazzo di 33 anni, molto altruista, sempre al servizio dei più deboli. Laureato in Medicina, partecipa ad azioni umanitarie al servizio dei Medici senza Frontiere. All'inizio della telenovela lo troviamo in Amazonia, in un equipe che si occupa della vaccinazione degli indigeni e viene coinvolto in una sparatoria, opera di trafficanti, nella quale quasi perde la vita. Il giovane conosce Ines e se ne innamora perdutamente poiché i due condividono gli stessi ideali. Il sentimento tra i due è così forte che Joao chiede alla giovane di sposarlo, ma la loro felicità dura poco perché il nonno del ragazzo ha un ictus e come se non bastasse, sua sorella Alice, incinta del suo primo figlio, viene uccisa. Dopo questa tragedia, Joao cerca sostegno in Ines ma ben presto scoprirà qualcosa che farà cambiare tutto e lo farà riavvicinare ad un'altra persona...




Margarida Carpinteiro è Graciete Silva



Graciete è una donna umile, affettuosa, cresciuta nella regione del Minho. Da ragazza lavorava nei campi e  quando ha conosciuto Antonio Silva, se n'è subito innamorata, sposandolo quando era ancora molto giovane.

La donna, però, presto si è dovuta abituare a passare molto tempo da sola perché suo marito lavorava come camionista ed era spesso fuori casa. Per questo motivo Graciete col tempo è diventata una donna forte e indipendente.

La coppia, seppur molto innamorata, ha vissuto momenti difficili perchè, dopo vari anni senza poter avere figli, ha perso la bambina che finalmente era riuscita ad avere, a causa della meningite. Graciete, tra l'altro, dopo il parto complicato, ha scoperto di non poter più avere figli. Quando la donna insieme a suo marito trova Marta, sola e spaventata, crede sia un segno del destino, un regalo di Dio per ricompensarla di tanto dolore. E così i due decidono di crescere la piccola come loro figlia, chiamandola Diana, come la bambina che aveva perso qualche tempo prima.

Graciete e Antonio, che in un primo momento non era d'accordo con la moglie, si trasferiscono a Lisbona.

Diana, una volta cresciuta, si è dovuta subito rimboccare le maniche per aiutare la sua famiglia, lavorando al mercato come venditrice di fiori.

Graciete non ha mai raccontato a nessuno di aver adottato Diana e odia parlarne perfino con suo marito Antonio, il quale continua a lavorare come camionista.

La paura più grande della donna è perdere sua figlia.




Lia Gama è Eunice Nogueira

Eunice è una donna di cinquant' anni, gentile,  intelligente, elegante e raffinata, che non perde mai la calma, nemmeno nei momenti difficili. La donna è madre di Ines e Tiago e vedova di Joaquim, morto per tentare di salvare le sue due figlie cadute in un fiume. Eunice è riuscita a superare la morte del marito, anche perché era incinta del suo terzo figlio, ma non ha mai superato la perdita dell'altra sua figlia, Marta.
Eunice non ha perso le speranze e, anche se è profondamente addolorata, dentro il suo cuore sente che la sua bambina, ormai diventata adulta, possa essere viva.
La donna si dedica alla gestione di un ristorante, "M", insieme a Ines.




Sisley Dias è Tiago Nogueira


Figlio di Eunice e Joaquim, è il fratello minore di Ines e ha 25 anni. Il giovane ha una grande passione per i computer e per questo è riuscito a laurearsi in Ingegneria Informatica. E' un ragazzo affabile e gentile, che ama far divertire la madre e la sorella con le sue battute. Nonostante questo, però, ha una personalità volubile, sempre alla ricerca di nuove esperienze, e ciò gli causerà non pochi problemi. Si sente attratto dall'adrenalina del gioco d'azzardo e dai 20 anni è frequentatore assiduo di case da gioco clandestino di poker. Per questa ragione ha molti debiti e, non riuscendo a pagarli, rischia grosso.




Pompeu José è Antonio Silva


Camionista, trasporta prodotti alimentari per lunghe tratte e spesso quindi è fuori casa per lavoro. E' un uomo pacifico e onesto, forse un po' pigro. Originario di Arcos de Valvedez, si è sposato molto giovane con Graciete, che è riuscita a dare alla luce una bambina solo dopo molti anni di matrimonio.
Il destino, però, gliel' ha portata via. La piccola Diana, infatti, è morta a causa della meningite e Antonio non si è mai dato pace perché avrebbe voluto passare più tempo con lei, seguire la sua crescita e occuparsi maggiormente della sua educazione, ma il lavoro non glielo permetteva. E così, quando la piccola si è ammalata, ha deciso di tornare in Portogallo per starle vicino fino alla morte. Successivamente ha adottato una bambina, trovata insieme alla moglie nei pressi del fiume Minho, e ha deciso di adottarla, anche se non ha mai superato l'idea di aver "rubato" quella creatura ad una coppia di genitori di cui non ha mai cercato informazioni.



Nessun commento:

Posta un commento