martedì 10 gennaio 2017

"Senza peccato" in onda su 77 in rosa


"Senza peccato" è uno dei titoli presenti nel palinsesto della nuova rete "77 in rosa" che trasmette telenovelas che hanno appassionato il pubblico italiano.
Produzione argentina e italiana del 1994 che vede come protagonisti Luisa Kuliok (Amore gitano, La donna del mistero, La donna del mistero 2, Renzo e Lucia) e Gerardo Romano, vuole raccontare, attraverso le vicende sentimentali dei protagonisti, l'evoluzione della società all'inizio del 900.

Il titolo originale "Con alma de tango" fa riferimento al ballo che in quegli anni si praticava specialmente all'interno dei bordelli, frequentati dagli alti ceti sociali della capitale uruguayana, ed elemento ricorrente di questa storia d'amore tra i protagonisti, Alma e Federico.

IL CAST:
Luisa Kuliok - Alma
Gerardo Romano - Federico
Viviana Saccone - Melania
Juan Palomino - Giulio
Victor Hugo Vieyra - Lorenzo
Ana Maria Picchio - Mariangela
Francisco Llanos - Giacomo
Marcelo Alfaro - Mario
Cunny Vera - Amanda
Alberto Vasquez - Paul
Hugo Arana - Antonio
Alfredo Iglesias - Ilario
Osvaldo Guidi - Claude
Perla Santalla - Camilla


LA TRAMA
La telenovela è ambientata agli inizi del 900 quando l'Argentina era una sorta di paradiso, una terra promessa dove gli immigrati provenienti da tutto il mondo erano sollecitati dal desiderio di costruirsi un futuro migliore di quello che il loro paese d'origine potesse offrirgli. Essi vivevano in quartieri poveri dove vi erano diverse culture miste e dove la solidarietà era al di sopra di tutto. Una nuova e influente classe sociale nasceva nella capitale argentina, con un considerevole potere economico, grazie all'importazione della moda e delle idee dall'Europa ma soprattutto dalla Francia. Una società in continua trasformazione, combattuta tra le idee socialiste proposte da Alfredo Palacios e le idee anarchiche in voga sul Vecchio Continente. 
A Buenos Aires, celebrando l'alba del nuovo secolo, si svolge la storia di "Senza peccato". Un naufragio, del calibro di quello del Titanic il tragico (1912), coinvolge i due protagonisti della storia. La drammatica esperienza che essi sono costretti a vivere li unisce consolidando il loro amore. La protagonista femminile, Alma Eleonori (Luisa Kuliok) è una giovane donna forte che ha deciso di diventare un medico in un'epoca in cui le donne dovevano ancora lottare per i loro diritti.
Alma è una donna nata prima del suo tempo, costretta a ribellarsi contro lo sciovinismo maschile della sua famiglia. La forza del suo carattere tuttavia contrasta con la fragilità dei suoi sentimenti, poiché essa non è in grado di innamorarsi di qualsiasi uomo dopo una delusione romantica legata al passato. Il protagonista maschile è Federico Santos (Gerardo Romano). Federico è cresciuto troppo in fretta, a causa delle sofferenze e alla povertà in cui erano costretti a vivere lui e suo fratello, gravemente ammalato e di cui fin da bambino si è sempre preso cura. Federico, è un pugile a Montevideo e il possessore di un bordello della Capitale uruguayana.
Nonostante le loro differenze sociali, Alma e Federico si innamorano scoprendo di avere tuttavia molte cose in comune. Dopo essersi riusciti a salvare, riabbracciano i loro familiari e, in seguito a vari equivoci, si allontanano ma poi si chiariscono e decidono di sposarsi. Proprio quando è tutto pronto per le nozze, Alma scopre di essere gravemente malata e decide di nasconderlo a Federico e gli fa credere di essersi innamorata di Giacomo, suo collega, per allontanarlo da lei.
Alma trascorre i suoi ultimi giorni in un convento mentre Federico, ferito, ricomincia a condurre una vita dissoluta frequentando i bordelli e inizia una relazione con una prostituta, Mariangela.
Passano gli anni e Alma, migliorata grazie alle cure di Giacomo, rivede Federico. L'uomo finalmente scopre i motivi che l'hanno spinta ad allontanarlo ma il destino è pronto a separarli di nuovo.
Alma e Federico dovranno affrontare numerosi ostacoli prima di giungere al meritato lieto fine.


CURIOSITA' 
  • Inizialmente la telenovela doveva chiamarsi "Sabrina", nome della protagonista originariamente interpretata da Viviana Saccone ma poi Omar Romay ha preferito un'attrice di fama più internazionale come la Kuliok e un titolo che facesse riferimento ad un tema importante che fa da cornice alle vicende dei protagonisti, il tango. Viviana Saccone ha poi ottenuto il ruolo di Melania (Mercedes nella versione in lingua originale).
  • Luisa Kuliok ha avuto alcuni problemi sul set della telenovela, in particolare con il produttore Omar Romay che le aveva fatto girare delle scene in un postribolo di provincia, non previste nel copione originale. Luisa Kuliok si è rifiutata di girarle assentandosi per quattro giorni sul set e causando problemi anche all'attrice Amelia Bence, tenutaria del bordello nella storia. L'attrice ha minacciato di rescindere addirittura il contratto, sicura dell'appoggio della Fininvest. Superato l'ostacolo, al termine della telenovela, Luisa Kuliok si è allontanata per sei anni dal piccolo schermo.
  • L'autore della telenovela, Guillermo Glanc, per la costruzione del personaggio di Alma si è ispirato alla tedesca Else von Richtofen, laureatasi all'università di Heidelberg nel 1901 e che fu riconosciuta dieci anni dopo come chirurgo, lo stesso anno in cui Madame Curie vinse il premio Nobel per la chimica, lottando per affermarsi in un mondo riservato solo agli uomini come quello della medicina, proprio come la protagonista.
  • Omar Romay per realizzare la telenovela ha fatto ristrutturare i vecchi studi cinematografici "Mapol", adattandoli per la televisione.  "Senza peccato" è stata girata in due teatri di posa separati e indipendenti l'uno dall'altro, ognuno con un suo regista. Di norma, quando il copione richiedeva due teatri insieme, allora diventavano comunicanti e la troupe poteva spostarsi secondo le necessità. Nel primo teatro erano ambientate solo le scene che si svolgevano in Argentina, nell'altro quelle a Parigi, dove si sviluppa una parte della storia.
  • La storia non ha ottenuto il successo sperato nemmeno in Italia ma i costi della produzione sono stati altissimi. Gerardo Romano, che il pubblico non ha mai accettato come galan, guadagnava circa 80 milioni di lire al mese, ma molto meno del compenso miliardario della Kuliok.
  • L'autore dei bellissimi tanghi di "Senza peccato" è Juan Vattuone, "El oscurito" (Lo scuretto) nella telenovela, una specie di cantastorie che suona e canta accompagnandosi con la chitarra, insieme al suo amico che suona il bandoneon (tipica fisarmonica usata per suonare il tango), detto ironicamente" Il lungo", un giovane di piccola statura.

Nessun commento:

Posta un commento