lunedì 19 giugno 2017

Le trame del 2010: Eva Luna (USA) - PARTE PRIMA




LA TRAMA COMPLETA
CAPITOLO 1

Eva González (Blanca Soto), è una ragazza bella e dolce che lavora come raccoglitrice di mele nel sud della California ma sogna di diventare una pubblicista. La giovane vive felicemente con sua sorella Alice (Sofìa Lama), fragile e ribelle, suo padre Ismaele (Eduardo Ibarrola), da tempo malato, e sua zia Matilde (Sonia Noemí), che ha cresciuto le nipoti come se fossero figlie sue. 



A Los Angeles vive invece Daniele Villanueva (Guy Ecker), manager pubblicitario di successo che è appena stato eletto miglior creativo dell'anno. L'uomo è vedovo e padre della piccola Laura (Gabriela Borges), che tutti chiamano affettuosamente Lauretta. Daniele è fidanzato da cinque anni con Vittoria (Vanessa Villela), sorella di Leonardo Arismendi, suo migliore amico. 



Il giorno del compleanno di Eva, Ismaele, uomo molto malato e preoccupato per il suo stato di salute, decide che è arrivato il momento di rivelare alla figlia maggiore un grande segreto sulla madre, scomparsa molti anni prima per correre dietro ad un altro uomo. Dopo aver custodito per anni questo segreto insieme a Matilde, Ismaele crede che sia giusto recarsi a Los Angeles, la città dove attualmente vive la donna, per far sì che le sue figlie la possano conoscere prima che egli passi a miglior vita. 



Come regalo di compleanno, Eva chiede alla zia di leggerle le carte e Matilde, un po' spaventata, cerca di farle cambiare idea perché ha letto qualcosa di brutto nei tarocchi. Eva insiste nel voler conoscere il suo futuro e così la zia le dice che nella sua vita è prevista una tragedia che le permetterà però di conoscere l'uomo della sua vita, che sarà per lei allo stesso tempo il paradiso e l'inferno. Eva è preoccupata ma si convince che non sempre i tarocchi dicono la verità e cerca di stare vicina al padre, che quella sera si è sentito nuovamente male. 


Eva e Alice trovano il comportamento di Ismaele molto strano e misterioso e non capiscono come mai debbano trasferirsi e soprattutto perché l'uomo ha cominciato a parlare di nuovo della loro madre, argomento che negli anni aveva sempre evitato. Senza conoscere il vero motivo del trasferimento, le sorelle si preparano a partire per Los Angeles insieme al padre. Arrivata a destinazione, la famiglia Gonzàlez trova alloggio presso la pensione di Giustina (Lupita Ferrer), una donna molto buona ma tormentata da un segreto che riguarda il suo passato. Giustina ha un grande istinto materno e si legherà molto alle due ragazze, che tratterà come se fossero sue figlie. 




Dopo essersi sistemati alla pensione, Ismaele chiede alla figlia Eva di accompagnarlo in un posto, senza però dirle il motivo. La ragazza, curiosa, intuisce che suo padre sta per rivelarle qualcosa di molto importante. Ma, proprio mentre i due sono in cammino per raggiungere la casa di Deborah, madre della ragazza, diventata ormai una donna molto importante e ricca, Ismaele viene investito da una Ferrari rossa che corre a gran velocità e che poi scappa via senza prestare soccorso. Eva è disperata e, dopo aver chiamato l'ambulanza, riceve la terribile notizia della morte del padre, che purtroppo i medici non sono riusciti a salvare. Il colpevole di tale disgrazia è Leonardo Arismendi (Julian Gil), detto Leo, un giovane irresponsabile e superbo, che trascorre le sue giornate circondato dal lusso e da belle donne. Il giovane, però, al momento dell'incidente non stava guidando la sua auto, bensì quella del suo amico e cognato Daniele Villanueva, il protagonista della storia.


Dopo la morte di Ismaele, Eva e Alice si ritrovano sole a Los Angeles, senza un familiare che si possa prendere cura di loro, e cercano di andare avanti e di superare il loro dolore. Eva vorrebbe che Alice continuasse a studiare e che si iscrivesse all'università, e per questo lotta con tutte le sue forze per trovare un lavoro. Le cose, però, non le vanno affatto bene: viene licenziata per ben due volte, prima come massaggiatrice e poi come ragazza immagine in una concessionaria, per colpa di un cliente insoddisfatto, che non è nient'altri che Daniele Villanueva. Nonostante i primi scontri tra i due, Daniele si sente attratto dalla bellissima Eva, che non fa che pensare a lui, anche se lo detesta per averle fatto perdere il lavoro. Alla concessionaria dove è stata licenziata, Eva ha conosciuto, oltre a Daniele, anche il suo amico Leo, il quale è rimasto affascinato dalla ragazza e ha deciso di conquistarla a tutti i costi, senza sapere che è la figlia dell'uomo che ha investito e ucciso. 




Per farsi perdonare per aver causato il suo licenziamento, Leo, approfittando del fatto che l'infermiera di suo padre è deceduta dopo un'aggressione, decide di assumere Eva in casa sua per occuparsi di suo padre, contro la volontà della madre. 
Durante la permanenza nella lussuosa villa Arismendi, Eva viene maltrattata da donna Marcella (Susana Dosamante), moglie di don Giulio (Jorge Lavat) e responsabile, tra l'altro, delle precarie condizioni di salute del marito, che avvelena giorno dopo giorno, facendo finta di curarlo. 
La perfida donna, infatti, si è già messa a capo dell'azienda pubblicitaria di don Giulio e non vede l'ora di liberarsi di lui per poter essere l'unica padrona di tutta la sua fortuna. Ma non è l'unica che prova antipatia verso di lei: anche Renata Cuervo (Ana Silvetti), la governante, non vede di buon occhio la nuova arrivata e tenta di metterla in cattiva luce con la padrona, la quale però, accettandola in casa, sta solo accontentando un capriccio di suo figlio Leonardo. 



Il destino fa sì che Daniele riveda Eva proprio alla villa Arismendi e poco a poco si innamori perdutamente di lei, non riuscendo a nascondere i propri sentimenti, pur essendo fidanzato con la modella Vittoria. Leo nota l'interesse di Daniele per Eva e gli propone di scommettere 500 dollari per chi se la porterà a letto prima. Daniele sorride e gli dice che non ci riuscirà perché Eva è diversa dalle altre.
Alla pensione, intanto, Alice continua a vedersi con Tony Santana (Alejandro Chabán), un ragazzo che alloggia alla pensione di donna Giustina e che frequenta brutti giri. Il giovane, inoltre, è lo stesso ragazzo che le ha rubato i soldi sull'autobus mentre era in viaggio verso Los Angeles con il padre e la sorella. Alice, pur sospettando di lui, se ne invaghisce senza rendersi conto che Tony la sta nuovamente derubando, nonostante gli avvertimenti della sorella che non ha mai visto di buon occhio il giovane.



Una sera, alla fine del suo turno di lavoro, Eva sta per uscire dalla villa Arismendi ma Renata, che continua a detestarla, fa in modo che Max, il cane di don Giulio, le corra dietro, spaventandola a morte. La ragazza riesce a superare il cancello della villa ma inciampa poco dopo, rischiando di essere investita dall'auto di Daniele, che sta per entrare proprio in quel momento.
L'uomo soccorre Eva e poi si offre di accompagnarla alla fermata del pullman. Dopo vari insistenti tentativi, riesce a far sì che Eva accetti il suo aiuto e tra i due l'attrazione è subito evidente. 
Daniele si mostra molto galante e dolce, tanto da riuscire a rompere un po' quel muro che Eva ha sempre creato intorno a sé per proteggersi da chi non conosce bene e in particolare dagli uomini.
Alla villa, intanto, Marcella è su tutte le furie perché don Giulio, proprio in occasione dell'anniversario dell'azienda pubblicitaria,  le ha chiesto il divorzio per porre fine ad un matrimonio fatto solo di apparenze e bugie.  
La donna, allora, decide che è arrivato il momento di aumentare le dosi per far sì che possa morire quanto prima e lasciare tutta la sua fortuna nelle sue mani.




Eva, al contrario, adora il suo padrone e tra i due nasce una bella amicizia; Don Giulio, infatti, si affeziona molto a lei, affascinato dalla sua bellezza e soprattutto dalla dolcezza e dal gran cuore della ragazza, qualità che non sono indifferenti soprattutto a Daniele, che non sa più come comportarsi.
Un giorno Eva viene mandata da Renata a casa di Daniele per portargli una borsa che aveva dimenticato alla villa la sera prima.
Daniele è sorpreso ma molto felice di vederla e anche Lauretta rimane colpita da Eva e dice al papà che la ragazza assomiglia alla mamma che ha sempre sognato e che, inoltre, aveva raffigurato in un disegno per la scuola.




La bambina invita Eva a visitare la villa e quando sono nel terrazzo con la piscina, Daniele finisce per farla cadere in acqua. Dopo il piccolo e divertente incidente, Eva si vendica facendo cadere anche Daniele in acqua. L'uomo da questo momento in poi si rende conto ancora di più di essere pazzo della ragazza.
Ma l'amore che poco a poco cresce nei cuori di Daniele ed Eva, verrà continuamente contrastato da Leo e da Vittoria, impegnati a separare la coppia con ogni mezzo e con l'aiuto della perfida Marcella, la quale nasconde un passato oscuro, oltre che un presente dominato dall'odio e dalla morte.
E' stata lei, infatti, ad uccidere Rita, l'infermiera del marito, la quale aveva scoperto che nei medicinali c'era qualcosa di strano che faceva peggiorare la salute dell'uomo anziché migliorarla.
E non solo: ha avvelenato anche il fratello della giovane infermiera, poiché era vicino alla verità e sospettava che ci fosse lei dietro la morte di Rita.




Leonardo, intanto, viene a sapere dell'incidente in piscina e, per allontanare Daniele da Eva, cerca di mettere in guardia la ragazza dal suo amico, descrivendolo come un dongiovanni che potrebbe farla soffrire.
Daniele, però, sta iniziando a provare qualcosa di serio per la ragazza e, per scusarsi di quanto accaduto nel suo giardino, invia il suo autista, Francesco Conti (Harry Geithner), a prenderla al termine del suo turno a villa Arismendi con un bellissimo mazzo di fiori, il primo di una lunga serie di regali.




Eva cerca di dimostrarsi fredda e distaccata, tentando di soffocare i suoi sentimenti ogni volta che si imbatte in Daniele, anche perché è un uomo impegnato.
Vittoria, intanto, ignara dell'interesse del suo fidanzato nei confronti della ragazza,  si avvicina ad Eva e le chiede aiuto per una sfilata importante poiché ha scoperto le sue abilità di sarta.
La sfilata è un successo e arriva il momento dell'uscita della modella più attesa: Vittoria Arismendi. Qualcosa, però, non va per il verso giusto perché Leonardo ci prova per tutto il tempo con Eva e la ragazza, stanca del comportamento del giovane, scappa via e inciampa  nei fili della corrente e finisce per staccarli, oscurando la sala.
Vittoria riesce a salvare abilmente la situazione e, a fine sfilata, bacia appassionatamente il suo Daniele sotto gli occhi di Eva, palesemente gelosa.
Leonardo se ne accorge e decide di offrirsi di accompagnarla alla pensione, recitando sempre la parte del gentiluomo. Eva ringrazia il giovane ma non fa che pensare a Daniele e qualche tempo dopo i due si rivedono in spiaggia, dove la ragazza fa più fatica a nascondere ciò che sente.




Qualche giorno dopo la segretaria di Daniele comunica al suo capo una notizia sorprendente: José Lozano, responsabile della raccolta delle mele, di cui la Arismendi ha realizzato la campagna pubblicitaria, ha comunicato finalmente il nome della persona che ha scritto lo slogan in uno dei questionari inviati dall'azienda, slogan che ha contribuito con la sua semplicità ed efficacia al successo della promozione.
La persona in questione è proprio Eva Gonzales, che un tempo faceva la raccoglitrice insieme a suo padre Ismaele.
Daniele è felicissimo della scoperta e inizia a credere nel destino che continuamente lo riconduce ad Eva. L'uomo, allora, decide di invitare la ragazza all'evento per festeggiare la buona riuscita della campagna pubblicitaria, irritando Vittoria che, però, pur non gradendo la cosa, continua a recitare la parte dell'amica, offrendosi di aiutarla a comprare un vestito adatto all'evento. 



Alice, intanto, continua ad uscire con Tony e a non considerare Carlos (Carlos Ferro), studente dello stesso college dove la ragazza vuole entrare, poiché lo considera solo un amico. Il giovane, al contrario di Tony, le vuole bene sinceramente e la mette in guardia dal ragazzo.
Ma Alice preferisce Tony nonostante sia un tipo inaffidabile e incapace di avere cura di lei. Un sera, infatti, Alice per poco non finisce in carcere perché Tony la convince ad essere sua complice in uno dei suoi furti all'interno di un supermercato.
Eva va su tutte le furie e affronta la sorella quando la sorprende a confidarsi con Marisol (
Daniela Schmidt
), altra ragazza che alloggia alla pensione.




Marisol conosce Francesco, l'autista di Daniele, il quale però, utilizzando l'auto del padrone, finge di essere un produttore milionario per conquistarla.
Anche Marisol mente al giovane affermando di essere una professoressa, ma in realtà balla in un locale notturno ed è minacciata dal suo datore di lavoro, il perfido Damiano (Arnaldo Pipke). 
Marisol è aiutata da donna Giustina e da Riccardo (Raúl Xiques), ex pugile da sempre innamorato della proprietaria della pensione in cui anche lui alloggia. L'uomo, però, non è mai riuscito a conquistarla perché Giustina sembra essere legata al ricordo di un misterioso uomo che non riesce a dimenticare.




Eva, intanto, credendo alla bontà della fidanzata dell'uomo che ama, accetta di uscire a fare shopping con lei e Claudia (Greidys Gil), amica di Vittoria e innamorata di Leonardo, che però non la ricambia affatto.
Le due amiche comprano un vestito ad Eva ma Vittoria fa in modo che la sera dell'evento Claudia, indossando una parrucca, le rovini il vestito macchiandolo proprio mentre sta per raggiungere l'auto, in modo che rinunci a partecipare alla festa.
Eva, però, grazie all'aiuto di Marisol, si procura un altro vestito e arriva in tempo all'evento, lasciando Vittoria di stucco.




Daniele chiama Eva sul palco e la invita a dire qualcosa riguardo alla campagna pubblicitaria. Tutti applaudono e Daniele è felice di averla accanto in un momento così importante.
Eva, però, pur essendo felice, si sente a disagio e va via dalla sala fermandosi un po' sul terrazzo da sola. Daniele la raggiunge e le dice che la trova più bella del solito; la ragazza non riesce a frenare le sue emozioni e si lascia andare al suo primo e appassionato bacio.








CONTINUA...

Nessun commento:

Posta un commento