martedì 6 giugno 2017

Le trame del 2012: ¿Quién eres tú? (Colombia) - Parte 1




Chi di voi ricorda la telenovela "Un volto, due donne" con Mariela Alcalà e Victor Camara?
Esiste una versione della storia più recente del famosissimo remake "La Usurpadora" con Gaby Spanic e Fernando Colunga, che è passata inosservata ma che può considerarsi il rifacimento più originale e moderno: "
¿Quién eres tú?".
Per voi la trama completa di questa appassionante storia ricca di misteri, intrighi, passioni e vendette...


(E' vietato copiare il contenuto della pagina senza autorizzazione, grazie.)


CAPITOLO 1

Scambio di identità

Natalia e Veronica Garrido sono due gemelle che vivono serenamente la loro infanzia fino ad un tragico evento: da adolescenti, il loro patrigno, tornando a casa più ubriaco del solito, tenta di abusare di Natalia. La loro madre, disperata per il gesto del suo compagno, lo uccide con un colpo di pistola alla schiena, ma poi si toglie la vita davanti agli occhi delle ragazze e le lascia completamente sole. 
L'assistente sociale cerca di non separarle, ma Veronica chiede di vivere lontano da Natalia, ritenendola inspiegabilmente responsabile del suicidio della madre, e non una vittima.
Ed è così che le due gemelle prendono due strade diverse senza mai più rivedersi.



Quattordici anni dopo Veronica riesce a contattare Natalia poiché ha bisogno del suoi aiuto e così le due si rivedono, raccontandosi ciò che hanno vissuto durante gli anni in cui sono state separate.
Natalia ha sempre cercato di comunicare con la sorella, ma quest'ultima ha preferito vivere la sua vita lontana da lei e dai brutti ricordi del passato.

Veronica racconta a Natalia di essere sposata da tre anni con Felipe, figlio di Antonio Esquivel, proprietario della catena di hotel più grande del Latino America, ma ha un segreto la opprime: otto anni prima, quando ancora non conosceva Felipe, ha avuto una relazione di due anni con un altro uomo, dalla quale ha avuto un bambino, Martìn, che però non ha mai più rivisto perché l'ex compagno gliel'ha portato via. La donna, inoltre, comunica alla sorella di essere malata di cancro e di avere pochi mesi di vita.
Veronica dice a Natalia che per anni ha cercato suo figlio e che finalmente è riuscita a localizzarlo a Ciudad de Panamà. Prima di morire, la donna vuole raggiungerlo ma deve fare tutto di nascosto da suo marito, che non conosce la sua storia passata e nemmeno lo stato di salute in cui si trova. 

Natalia cerca di far ragionare la sorella e le consiglia di parlarne con Felipe, ma Veronica non vuole farlo perché ha deciso di morire senza sottoporsi a nessun trattamento medico.
Per attuare il suo piano, Veronica chiede a Natalia di farsi passare per lei per una settimana.
Per Natalia, commossa dalla triste storia della sorella e ancora piena di sensi di colpa per la terribile tragedia della madre, è quasi impossibile non accettare, ma sa che non sarà affatto facile fingere di essere qualcuno che, pur avendo il suo stesso sangue, non conosce.
Dopo averle dato istruzioni e consegnato le sue cose, tra cui un tablet contenente tutte le informazioni sulla famiglia del marito e sui suoi amici e colleghi, Veronica saluta Natalia che si sostituisce a sua sorella e raggiunge la villa Esquivel.
Natalia conosce così l'affascinante Felipe e i suoi figli, Lucas e Gabriela, avuti dal precedente matrimonio con Lucia, e con i quali la vera Veronica aveva un rapporto molto conflittuale, in quanto la ritenevano un'arrampicatrice sociale.
Veronica, infatti, prima di sposare Felipe era una semplice receptionist ma ora si è trasformata in una donna ricca, circondata da ogni lusso e comodità, che passa molto tempo fuori casa e specialmente nelle beauty farm.


La convivenza con Felipe e i ragazzi si rivela ancora più problematica del previsto sopratutto quando Natalia scopre che sua sorella faceva uso di droghe, che aveva abortito intenzionalmente circa cinque mesi prima e che aveva una relazione omosessuale con Florencia, la responsabile del settore informatico della catena di hotel del marito.
La donna inizia a dubitare di Veronica e di ciò che le ha raccontato, ma non è la sola: Felipe è furioso poiché si è convinto che la moglie abbia una relazione con un altro uomo e non è disposto ad accettare il tradimento. Anche Gabriela, stanca di avere per casa una matrigna interessata solo ai soldi del padre, indaga e controlla i suoi movimenti, scoprendo che la donna ha un doppio cellulare e nasconde un tablet al quale però non riesce ad accedere.
Natalia cerca di salvare in ogni modo il matrimonio della sorella e, quando Felipe scopre i suoi problemi con la droga, riesce a riappacificarsi con lui poiché l'uomo si convince che è stata la sua dipendenza dai tranquillanti a farla allontanare da lui e non una relazione extra coniugale.

Il clima alla villa si tranquillizza ma per Natalia l'attrazione iniziale nei confronti di Felipe si trasforma poco a poco in qualcosa di più profondo poiché, grazie al riavvicinamento dei due, l'uomo si mostra molto dolce e comprensivo, al contrario di come lo aveva descritto Veronica. Ed è così che Natalia si scopre innamorata del marito della sorella, con la quale però di lì a breve dovrà scambiarsi di nuovo.
Natalia non sa che Veronica non ha nessuna intenzione di tornare a casa perché ha architettato un diabolico piano che prevede di eliminarla.
Veronica, infatti, trascorsa la settimana, dà appuntamento a Natalia a Ciudad de Panamà in una casa che ha affittato facendole credere che le due si scambieranno per poter tornare alla loro vita di sempre. In realtà Veronica ha pagato un killer per uccidere sua sorella, per poi fuggire in Australia con il suo amante grazie ai soldi rubati con la complicità di Florencia, che ha intenzione di eliminare subito dopo Natalia.
Il complice e amante di Veronica si scopre essere proprio Lorenzo Esquivel, fratello di Felipe!

CONTINUA...

Nessun commento:

Posta un commento