martedì 22 agosto 2017

Le trame del 2010: Eva Luna (PARTE QUINTA)



LA TRAMA COMPLETA
CAPITOLO 5



Dopo aver passato la notte in compagnia di Eva, Daniele accompagna la ragazza alla pensione ma all'uscita si ritrova davanti Leonardo che gli chiede se sono stati insieme.
Daniele non vuole rispondergli ma Leo lo aggredisce, geloso più che mai e furioso per non essere stato capace di impedire ai due di rimanere da soli.
Daniele e Eva passano momenti bellissimi insieme e l'uomo le regala una Chevrolet azzurra e un anello di diamanti, nascosto nell'auto insieme a tante rose rosse.
Emozionato, l'uomo le chiede di sposarlo subito, di lì a due giorni. Eva accetta felice perché le sembra di sognare, però Daniele le dice che ha paura che l'invidia e l'odio che li circondano possano rovinare tutto per cui vuole che il loro matrimonio si celebri in segreto.




Intanto Vittoria li sorprende insieme e corre dalla madre, la quale le dice che ha già in mente un altro piano per separare Daniele da Eva.
Prima di attuarlo, però, deve "aiutare" suo figlio Leonardo a liberarsi del bambino che Claudia aspetta da lui. Marcella invita la ragazza, fingendo di voler parlare del futuro di suo nipote, offrendosi di aiutarla a convincere Leonardo a prendersi le sue responsabilità.
Claudia, ignara del suo diabolico piano, beve il caffé che Marcella le ha offerto e dopo poco inizia a sentirsi male. Il veleno usato dalla donna ha il suo effetto e Claudia, ricoverata d'urgenza in ospedale, viene a sapere di aver perso il bambino.
Dopo aver provocato l'aborto di Claudia, Marcella passa al suo secondo piano, quello per separare Daniele da Eva. 






Marcella consiglia a Vittoria di chiedere ad Eva di farle un favore poiché ha urgenza di cambiare un assegno, visto che ha intenzione di partire per un lungo viaggio, dopo aver saputo che Daniele ama un'altra donna. 
Vittoria dice alla rivale che, siccome è impegnata con i preparativi per la partenza e non può recarsi in banca per cambiarlo personalmente, ha intestato l'assegno a suo nome perché lei possa prelevare i soldi al posto suo.
Eva, sentendosi in colpa per la sofferenza che ha causato a Vittoria, accetta ingenuamente la sua richiesta e si reca in banca senza sapere che l'assegno è falso e quindi sta "rubando" 25 mila dollari dal conto dell'azienda con un assegno firmato da Daniele. 
Marcella, che ha falsificato la firma dell'uomo, si assicura che Eva abbia ritirato la somma e poi chiama la banca per comunicare che sono stati prelevati dei soldi con un assegno falso e che vuole fare una denuncia.
Ma non è tutto: Eva riceve una chiamata da Leonardo, il quale nel frattempo ha scoperto che l'uomo che ha ucciso investendolo con la Ferrari è proprio il padre della ragazza, e la prega di raggiungerlo perché ha una cosa importantissima da dirle.
La ragazza sale in macchina di Leo, il quale la porta in un posto dove da lontano Eva può vedere qualcosa che potrebbe cambiarle per sempre la vita.
Eva è curiosa e non capisce di cosa Leonardo stia parlando. Ma, quando l'uomo le dice di voltarsi, la ragazza vede Daniele scendere dalla sua Ferrari rossa e rimane scioccata perché riconosce l'auto che ha ucciso suo padre.




Eva vorrebbe raggiungere Daniele ma Leonardo le consiglia di mantenere la calma e di non commettere qualche sciocchezza. Poi le dice che non poteva più tacere e che si sentiva in dovere di rivelarle l'identità dell'assassino di Ismaele, soprattutto dopo aver visto quanto Eva stesse male al pensiero che restasse impunito. Leonardo finge di essere addolorato e le racconta che il giorno dell'incidente Daniele aveva bevuto e che gli aveva confessato di aver ucciso un uomo ma di essere scappato. Eva è sconvolta ed è decisa ad allontanarsi per sempre da Daniele, il quale nel frattempo, ignaro di tutto, si sta preparando per le nozze ed è emozionatissimo.
Alice e gli amici della pensione trovano Eva distesa sul pavimento della sua camera e non riescono a capire cosa le sia successo.




Intanto alla villa degli Arismendi, don Giulio si prepara ad attuare il suo piano di vendetta nei confronti di Marcella, dopo aver scoperto che la donna lo sta avvelenando da molto tempo e che ha una relazione con Bruno.
Il prezzo da pagare per questa importante scoperta, però, è stato troppo alto poiché il povero Max, il suo fedele rottweiler, è morto proprio ingerendo la medicina che era caduta a terra e che era destinata a lui.
Daniele, intanto, è arrivato in chiesa ma aspetta ore ed ore ed Eva non risponde nemmeno alle sue chiamate ed è costretto ad annullare il matrimonio per andare a cercarla.
Eva, dopo aver passato alcune ore nella sua camera, senza rivolgere la parola a nessuno, e facendo preoccupare moltissimo sua sorella, va via dalla pensione.
Leonardo, approfittando dello stato di shock della ragazza, le suggerisce di nascondersi per un po' in un suo appartamento per calmarsi e riflettere sul da farsi.



Più tardi Daniele, che è molto preoccupato per Eva, riceve una chiamata da Marcella che lo prega di accompagnarla in banca perché qualcuno ha prelevato una grossa somma di denaro dal conto aziendale attraverso un assegno firmato da lui.
Daniele afferma di non aver mai firmato un assegno con una somma così alta e soprattutto in bianco, e rimane di stucco quando l'impiegato della banca gli dice che è stata Eva Gonzàles a ritirarlo.
L'uomo pensa sia una messa in scena architettata da Marcella e da Vittoria per separarlo dalla ragazza, ma l'impiegato gli mostra le foto scattate con la telecamera di sorveglianza della banca ed è costretto ad accettare che la donna che ama è una ladra e che quindi non si è presentata all'altare perché è scappata con i soldi che ha rubato.
Ma, nonostante le prove evidenti, Daniele non vuole denunciare Eva e cerca di trovare una spiegazione a tutto ciò che è successo, anche se tutto conferma la sua colpevolezza e così poi finisce per convincersi di essere stato ingannato e che la ragazza è solo un'arrivista senza scrupoli che gli ha fatto credere di amarlo solo per interesse.
Leonardo, intanto, ha offerto qualcosa da bere ad Eva ma la ragazza non sa di aver ingerito dei sonniferi e si risveglia nel letto dell'uomo, svestita, senza capire cosa sia successo.

Leonardo l'ha spogliata e si è fatto delle foto con lei, così da poter dimostrare a Daniele, qualora lui non credesse alla fine della sua storia con Eva, che i due sono amanti.





Daniele viene a sapere che Marcella ha già denunciato Eva ma va su tutte le furie perché c'è qualcosa che non lo convince.
L'uomo decide di andarla a cercare nuovamente alla pensione ma lì trova Tony che, lavorando per Leonardo e non vedendo di buon occhio Eva poiché ha sempre cercato di separarlo da Alice, gli dice che la sua fidanzata ha confessato tutto il piano di Eva e che non era la prima volta che la ragazza ingannava un uomo ricco per poi sparire nel nulla con i suoi soldi.

    Daniele è sconvolto e torna a casa furioso spaccando tutto ciò che si ritrova davanti, poi decide di andare da Leo e chiedergli scusa per non aver mai voluto credere alle sue parole quando lui gli diceva che Eva non era poi così speciale ma che era uguale a tante gatte morte incontrate sul suo cammino.
Daniele, però, non sa che in quell'appartamento c'è proprio Eva, che sta facendo la doccia, e che è Leonardo, in realtà, il suo peggior nemico e non lei.
Il giovane fa capire a Daniele che Eva ha ingannato anche lui e gli mostra le foto che ha scattato con lei, giustificando l'aggressione di qualche giorno prima e dicendogli che lo aveva fatto per gelosia quando aveva scoperto la loro relazione. Poi chiede all'amico di cancellare ciò che è successo e di riprendere la loro amicizia, rovinata a causa di una donnaccia, che tra l'altro l'ha anche separato da Vittoria, l'unica che lo ha sempre amato.
Daniele è furioso e, prima di andare via, comincia a dire di odiare Eva, senza sapere che la donna, uscita dal bagno, sta ascoltando tutto.
Eva è sconvolta dalle parole di Daniele e purtroppo non ha potuto ascoltare quelle di Leonardo, che avrebbero spiegato la reazione così violenta e piena d'odio di Daniele nei suoi confronti.



La ragazza sta quasi per raggiungerlo per gridargli tutto il suo disprezzo ma Leonardo riesce ad impedirle di corrergli dietro e le offre una tazza di thè per calmarla, drogandola nuovamente.
Al risveglio, però, Eva si reca alla villa per affrontare Daniele ma incontra Vittoria che l'accusa di essere una ladra.
La ragazza vuole chiamare la polizia ma poi propone ad Eva un accordo: se scapperà via e non si farà più viva, non dirà a nessuno che è stata lì e le darà il tempo di fuggire via lontano.



Eva va via, costretta a scappare dalla polizia e da Tony, e si scontra con Deborah,  di ritorno da poco a Los Angeles in occasione delle nozze della figlia della sua amica Marcella, senza sapere che la donna è sua madre.
Giustina, intanto, ricontatta la sua vecchia amica Beatrice, e insieme si cercano al cimitero per poter visitare la tomba della figlia ma nei registri non è presente il suo nome.
La donna, allora, si fa coraggio e si reca a villa Arismendi, sperando di trovare al sorella e chiederle spiegazioni. Renata le dice che la credeva morta e le conferma che la bambina è morta.
Tony riesce a trovare Eva e minaccia di rivelare dove si trova se non gli darà dei soldi. La ragazza, però, riesce a liberarsi di lui e a fuggire via.



Dopo aver dormito in spiaggia, aver rubato una mela per la troppa fame, essere rincorsa da alcuni poliziotti e tante altre disavventure, Eva finalmente riesce a trovare un lavoro, occupandosi della pulizia dei bagni di un locale.
Sfortunatamente, però, la proprietaria ha visto la foto di Eva sul giornale ed è venuta a sapere che è ricercata dalla polizia.
Eva riesce a scappare prima che i poliziotti la catturino e decide di tornare di nascosto alla villa Arismendi per poter parlare con don Giulio, l'unica persona di quella famiglia che crede nella sua innocenza e che l'ha sempre sostenuta.
La ragazza, però, scopre tramite la cameriera Aurelia che don Giulio è deceduto a causa di un infarto.
Eva è sconvolta e si sente protagonista di un incubo dal quale non riesce a svegliarsi. 




CONTINUA...

1 commento: