martedì 12 settembre 2017

Le trame del 2010: Eva Luna (PARTE SESTA)




LA TRAMA COMPLETA
CAPITOLO 6


Arriva il giorno della lettura del testamento di don Giulio e, con grande sorpresa di tutti, l'avvocato Basañez comunica alla famiglia che l'uomo ha lasciato 2/4 di eredità al figliastro Leonardo e alla figlia Vittoria, e l'altra metà del patrimonio ad Eva Gonzàlez, che comprende anche la maggioranza delle azioni dell'agenzia e la magione Arismendi.
Marcella è sconvolta e crede che il testamento sia falso ma il notaio le conferma che è tutto perfettamente legale in quanto è stato don Giulio a scriverlo dopo averlo convocato personalmente proprio un giorno prima della sua morte.
Daniele, intanto, si convince sempre più che Eva sia stata il suo errore più grande e si riavvicina a Vittoria, la quale recita la parte della ragazza dolce e comprensiva, che ha già dimenticato il passato ed è disposta ad ricominciare una nuova vita con lui.




Alice fa un colloquio all'agenzia di modelle e Leonardo fa in modo che Giorgio la assuma come truccatrice.
Dopo tante disavventure, Eva si trasferisce nel suo paesino d'origine a casa di sua zia Matilde, la quale cerca di tranquillizzarla dicendole che presto si farà chiarezza e verrà liberata da ogni accusa.
Un giorno un uomo bussa alla porta di Matilde chiedendo della signorina Gonzàles; la ragazza, appena lo vede, sviene perché si trova davanti niente di meno che di don Giulio Arismendi, che tutti credono morto e che è venuto per salvarla e offrirle tutto il suo aiuto.
Eva si riprende e l'uomo le racconta che ha inscenato la sua morte poiché si è accorto che sua moglie Marcella lo stava avvelenando poco a poco per potersi impossessare di tutta la sua fortuna e che quindi la ragazza, senza saperlo, invece di aiutarlo a guarire con le medicine, stava contribuendo al suo diabolico piano.
Don Giulio chiede ad Eva di aiutarlo a vendicarsi, anche perché lei è diventata erede della metà della sua fortuna.





Marcella, intanto, ignara di tutto, comunica all'avvocato la sua intenzione di impugnare il testamento ma l'uomo le dice che c'è un solo modo per poter riprendere parte di ciò che era anche suo un tempo, ossia l'azienda di modelle, ed è contenuto in una lettera che egli ha scritto prima di morire e che ha voluto che gli consegnasse: deve ritirare la denuncia nei confronti di Eva.
La donna, spaventata anche da alcune telefonate anonime che sta ricevendo da qualcuno che è a conoscenza del suo crimine, accetta l'accordo e libera la ragazza da ogni accusa.
Eva e Daniele, pur essendo delusi e amareggiati, continuano a pensare l'uno all'altra ma sono decisi più che mai a lottare contro l'amore che sentono, un amore che non è mai svanito.
Lauretta è triste e cerca di convincere suo padre a non sposare Vittoria perché è una cattiva persona, stesso consiglio che gli dà Francesco, il suo autista.
Daniele, però, non riesce a dimenticare ciò che ha scoperto di Eva e decide di sposare Vittoria.





Il giorno delle nozze, la notizia del matrimonio arriva ad Eva tramite Alice.
Eva ci rimane molto male e cerca di farsi forza e trasformare l'amore in odio ma ben presto scopre di essere rimasta incinta di Daniele.
Don Giulio, intanto, ha chiesto al suo amico Garcia di accompagnarlo al cimitero dove, con grandissima sorpresa, vede la sua amata Giustina che piange per lui.
Per lo shock di aver rivisto la donna amata, che credeva morta, ha un forte malore e viene ricoverato in ospedale. Avvisate dell'accaduto, anche Eva e Matilde si precipitano da lui e, mentre stanno salendo sul taxi, Daniele le vede e sale su un altro taxi per inseguirle.
Nella corsa la vettura ha un incidente e Daniele viene portato d'urgenza nello stesso ospedale in cui si trova don Giulio e quindi Eva.
La ragazza, quando lo vede privo di sensi, non può fare a meno di preoccuparsi per lui ma anche di sfogarsi per il male che gli ha fatto. Per un attimo, Daniele apre gli occhi e la vede ma è ancora stordito per il brutto incidente.
Poco dopo lo raggiunge Leonardo e, quando Daniele, gli dice ha visto Eva, Vittoria, dalla porta, sente tutto ed è furiosa perché suo marito pensa ancora a lei.
La donna, inoltre, approfitta dell'assenza del marito per maltrattare la sua figliastra con l'unico intento di liberarsi di lei e spedirla in un collegio perché troppo insolente.






Arriva il giorno del matrimonio di Francesco e Marisol. Entrambi non vedono l'ora di sposarsi perché credono di diventare milionari. 
Dopo la cerimonia, però, la verità viene a galla davanti allo stupore degli invitati. 
Passano i mesi e, mentre Daniele vive accanto a sua moglie Vittoria pensando ancora ad Eva, quest'ultima sente crescere dentro di sé il frutto dell'amore con l'uomo che pensa l'abbia ingannata. Ad appoggiarla c'è sempre zia Matilde e il mitico don Giulio che si prende cura di lei come un padre e che le sta insegnando tutto ciò che sa per farla diventare una persona nuova.




Arriva il giorno del parto ed Eva dà alla luce un bambino che decide di chiamare Paolo, mentre Daniele è triste perché sente la mancanza della sua Lauretta che, su suggerimento di Vittoria, ha spedito in collegio. Inoltre il suo non è un matrimonio felice perché l'uomo ama ancora Eva e non sa che lo ha appena reso padre.





Passa un anno ed Eva decide che è arrivato il momento di mettere in atto il piano di don Giulio perché si sente preparata ad assumere gli incarichi che lui le ha affidato, e torna a Los Angeles in occasione dell'evento per la promozione del nuovo profumo dello stilista Diego Arteaga.
Tutto è ormai pronto e Diego avverte Vittoria del fatto che sta per arrivare una nuova modella e che sarà lei a chiudere la sfilata. La ragazza è nervosa e vuole sapere chi è questa misteriosa ragazza che vuole rubarle il posto.
Marcella tenta di informarsi ma la nuova arrivata sembra non volere rivelare la sua identità prima della sfilata e indossa un cappuccio, nascondendosi da tutti, ma non da Alice, che dovrà truccarla. Nemmeno la ragazza era a conoscenza della cosa e si stupisce di vedere sua sorella, preoccupata anche per il fatto che nel frattempo ha accettato le avances di Leonardo, che un tempo era innamorato di lei.




Con grande stupore di tutti ad entrare e sfilare in passerella come testimonial del profumo è proprio lei, la bellissima Eva, che ora si fa chiamare Eva Luna, come il nome del prodotto che sponsorizza.
Tutti sono sorpresi e increduli, compresa Lauretta che è tornata a Los Angeles per far visita alla famiglia e che è felicissima di rivedere la ragazza, al contrario di Marcella che appare furibonda.
Al termine della sfilata Eva fa un discorso di ringraziamento e annuncia che, a partire dal quel momento, sarà lei la proprietaria dell'azienda pubblicitaria Arismendi e lavorerà accanto al suo socio Daniele Villanueva.
I giornalisti sono impazziti per la nuova presidentessa e Daniele è sorpreso nel vederla così tanto sicura di sé e disinvolta davanti alle telecamere e ai flash.
Ma non è tutto: Eva è diventata anche la legittima proprietaria della villa Arismendi e quindi decide di trasferirsi lì e di buttare via coloro che non accettano il suo arrivo.





Marcella, che nel frattempo continua a ricevere messaggi anonimi sulla morte del marito che la terrorizzano, prima sviene e poi sembra come impazzita, arrivando addirittura a chiudersi in camera e a minacciare i propri figli con una pistola.
Leo riesce a tranquillizzarla mentre Vittoria vuole chiamare la polizia perché arrestino Eva, che la sua famiglia aveva già denunciato per il furto dei 25.000 dollari.
La ragazza, però, viene a sapere che quella denuncia è stata ritirata e si vede costretta a lasciare la villa.
Daniele assiste a tutta la scena e rimane senza parole quando vede arrivare la zia della ragazza insieme ad Alice e al piccolo Paolo.
L'uomo le chiede immediatamente se il bambino è suo figlio ma Eva gli risponde che Paolo è solo suo e di nessun altro.




Renata non accetta la sua padrona e non vuole ricevere ordini da una persona diversa da Marcella, allora Eva le dice che può benissimo lasciare la casa insieme a Vittoria.
La donna è costretta ad accettare la situazione per poter rimanere in quella casa, mentre Leonardo chiede alla nuova padrona di non cacciare via sua madre perché è ancora sotto shock per quanto è accaduto.
Eva accetta e Marcella comunica al figlio che vuole distruggere la ragazza e che la avvelenerà. Leonardo, però, le dice che ha un piano migliore: sposare Eva e prendersi così tutti i suoi soldi.
Marcella accetta la proposta del figlio ma si fa promettere che dopo il matrimonio sarà lui a uccidere Eva.




Nel frattempo Deborah Aldana (Frances Ondiviela), una vecchia amica di Marcella nonché direttrice di una ditta di cosmetici, lascia la Francia e torna nella vita della donna e inizia a frequentarla (ha assistito anche alla sfilata di Eva Luna e al matrimonio di Daniele e Vittoria) per poter iniziare una collaborazione con la sua azienda pubblicitaria.
Alla villa Deborah incontra Matilde, la sua ex cognata, e così scopre che Eva e Alice sono le figlie che tanto ha cercato per anni e che non è mai riuscita a riabbracciare.
La donna, infatti, pur avendo la colpa di aver tradito suo marito Ismaele, non ha mai abbandonato le due bambine, come l'uomo ha fatto credere loro, ma è stato lui a portargliele via con la complicità di Matilde. Quest'ultima chiede a Deborah di non rivelare a nessuno ciò che ha scoperto e di lasciarle in pace perché le nipoti hanno già sofferto tanto.




Eva, intanto, si presenta all'azienda Arismendi e ordina ai dipendenti di liberare l'ufficio di Marcella perché presto diventerà il suo.
Daniele non capisce come mai sia cambiata così tanto e le dice che farsi carico dell'impresa non è una passeggiata e che occorre tanta preparazione. La ragazza non aspetta altro che dimostrargli le sue capacità e tutto il lavoro che ha fatto nell'attesa di tornare a Los Angeles per gestire ciò che ha ereditato.
Daniele, durante la riunione per l'esposizione della nuova strategia commerciale, deve ammettere, con grande sorpresa, che Eva è più che capace di gestire l'azienda e, inoltre, conosce più cose di ciò che immaginava.



Leonardo, intanto, chiede ad Eva chi è il padre di Pablo e la ragazza, che ancora non ha smascherato l'uomo, gli rivela che è figlio di Daniele, senza sapere che Vittoria sta ascoltando tutta la loro conversazione.
La ragazza ha provato più volte a dare un erede a Daniele ma questi si è allontanato sempre più da lei ed è molto tempo che i due non passano un notte insieme, soprattutto poi dopo l'arrivo di Eva.
Vittoria scopre che non potrà dare un figlio al marito in quanto soffre di utero infantile.






Don Giulio contatta il dottor Garcia per verificare che Giustina sia davvero morta, così come ha sempre sostenuto sua sorella, che non è nient'altro che Renata, la governante di casa Arismendi.
L'uomo sa che Renata ha sempre avuto un interesse nei suoi confronti e vuole metterla al corrente del suo piano, confessandole che è sua moglie lo stava avvelenando.

Renata rimane scioccata quando vede don Giulio, credendolo morto, ma accetta di aiutarlo non rivelando a nessuno che è ancora vivo. 
Don Giulio rimprovera Renata di avergli fatto credere che Giustina fosse morta e la donna gli rivela che si è sposata con un altro uomo, Riccardo.
Renata, però, omette che ha mentito alla sorella dicendole una cosa molto grave, ossia che la figlia che aveva avuto da don Giulio era morta. Era stata strappata dalle braccia della madre per darla in adozione a Marcella. Dunque, Vittoria è figlia di Giustina!


CONTINUA...

Nessun commento:

Posta un commento