domenica 1 ottobre 2017

Le trame del 2010: Eva Luna (PARTE OTTAVA)



LA TRAMA COMPLETA
CAPITOLO 8



Dopo la scioccante scoperta di Daniele sul finto tentativo di suicidio da parte di Vittoria, anche Leonardo scopre che Marcella è la responsabile della messa in scena della ragazza e la rimprovera chiedendosi come mai abbia potuto mettere in pericolo la vita di sua figlia.
Marcella, allora, le rivela che Vittoria non è affatto sua figlia e che è stata adottata, motivo per cui ha sempre ha dimostrato di non essere forte e determinata come una vera Arismendi.




Intanto alla pensione di Giustina si festeggia la riconciliazione di Marisol e Francesco, i quali si erano separati dopo aver scoperto che nessuno dei due aveva detto la verità sulle proprie origini e sulla professione. 
Mentre Leo se la spassa con Liliana, Daniele si presenta con sorpresa alla pensione e si unisci ai festeggiamenti.
Daniele si mostra molto affettuoso nei confronti di Paolo, che continua a credere sia suo figlio nonostante Eva si ostini a negarlo, affibbiando la paternità del bambino a Leonardo.
Commossa dai gesti e dalle parole di Daniele, Eva si lascia andare e ammette finalmente che Paolo è figlio di Daniele.




Quella sera, intanto, Renata, che ora sta aiutando di nascosto don Giulio, si prepara a tormentare Marcella dicendole di aver sentito la voce del defunto e dei rumori provenire dal suo vecchio studio.
Marcella inizialmente non crede alle parole della governante ma più tardi è proprio lei ad ascoltare la risata del marito e a rimanere di sasso.



Alla pensione i vari personaggi continuano ad essere coinvolti in varie disavventure; Adriano continua a soffrire per l'assenza del padre, ormai latitante, ma riceve tutto l'affetto possibile da Giustina e Riccardo, che si sono trasformati nella famiglia che il bambino tanto desiderava.
Tommaso, in seguito ad un agguato della polizia, viene ferito gravemente e Adriano corre in ospedale per vederlo.
L'uomo ha sempre creduto di non essere il padre di Adriano e per questo motivo lo ha sempre trattato con disprezzo ma, quando il bambino gli salva la vita grazie ad una trasfusione di sangue, capisce di essersi sempre sbagliato.
Prima di morire, Tommaso chiede perdono al figlio e a Riccardo e Giustina, chiedendo loro di occuparsi del bambino come hanno sempre fatto, ma questa volta come veri genitori affidatari perché è pronto a firmare tutti i documenti necessari perché Adriano viva con loro.
Tony, invece, continua ad essere coinvolto in loschi affari per conto di Leonardo che, però, lo tradisce e gli ha sottratto del denaro che gli spettava.





Vittoria, dopo la separazione da Daniele, è sempre più scontrosa e folle e ad ogni minimo gesto di Daniele o di chi gli sta intorno, va in paranoia.
La ragazza inizia a sospettare che tra Daniele e Liliana ci sia qualcosa e non crede affatto che i due si siano conosciuti in agenzia, ma molto prima, vista la complicità che si è creata.
Liliana si difende dalle accuse ma poi le dice che è stato Daniele a chiederle di non dire nulla sul loro incontro e Vittoria, su tutte le furie, minaccia di farle del male se non si allontanerà subito dall'uomo che ama.




Vittoria, però, deve pensarci bene prima di aggredire la rivale poiché pochi giorni prima le aveva confidato cose molto intime successe tra lei e Bruno.
Liliana, infatti, non perde occasione per conquistarsi il bel Daniele ed, essendo a conoscenza dell'appuntamento tra i due amanti, avverte l'uomo del loro incontro.
Questi, recatosi nell'hotel che Liliana gli ha indicato, sorprende la moglie in compagnia di Bruno.
Daniele aggredisce il giovane e corre via sconvolto, decido ancora di più a porre fine al suo matrimonio.
Vittoria lo raggiunge alla villa e tenta invano di convincerlo a perdonarla, inginocchiandosi ai suoi piedi.
Daniele, però, non si lascia intimorire e le dice che tra di loro è finita per sempre. 





Vittoria è in preda al panico e pensa ad un modo per evitare di essere abbandonata.
La ragazza si reca all'hotel dove alloggia Liliana, che ora ritiene responsabile di ogni sua disgrazia e le punta la pistola contro. La ragazza, però, si difende dicendo che non ha nulla a che vedere con il fatto che Daniele l'abbia scoperta in compagnia di Bruno ma che è stata Eva, che da giorni la pedina, a spifferare tutto a Daniele per poter tornare con lui e liberarsi di Vittoria.
Quest'ultima, molto instabile e fragile psicologicamente, finisce per crederle e va via dall'hotel intenzionata ad uccidere Eva, la sua più grande nemica.
Sempre più folle, Vittoria, dopo aver chiesto per l'ennesima volta a Daniele di darle una seconda possibilità, raggiunge la villa Arismendi e, vedendo il piccolo Pablo da solo, decide di rapirlo senza però riuscirvi.




Marcella, intanto, viene informata da Leonardo che il matrimonio di Vittoria con Daniele è in crisi anche a causa della ragazza che è stata sorpresa in compagnia del suo amante.
La donna rimane sconvolta quando scopre che l'uomo con il quale Vittoria tradisce il marito è Bruno e schiaffeggia la figlia.
Marcella non può accettare il tradimento di Bruno e la sua ira aumenta quando scopre che il giovane le ha sottratto tutto il denaro dell'impresa di modelle che aveva tirato su con lui.







Marcella è fuori di sé e finisce per ubriacarsi mentre Leonardo tenta di impedirle di peggiorare la sua situazione e le offre il suo aiuto.
Mentre i due discutono, Daniele ascolta la conversazione e scopre così che Marcella ha teso una trappola ad Eva per accusarla del furto del denaro dell'impresa.
Daniele capisce che gli hanno teso una trappola per separarlo da Eva e torna a casa sua per cacciare definitivamente Vittoria, invitandola a prendere le sue cose e sparire per sempre.
Vittoria tenta di giustificare il suo comportamento dicendogli di aver agito solo per amore ma Daniele le dice che il suo non è mai stato un vero sentimento ma un'ossessione.
Vittoria, non sapendo più cosa fare per convincerlo, finge di svenire per poi riprendersi completamente frastornata, recitando la parte della moglie felice che non ricorda affatto di aver litigato col marito.





Daniele, preoccupato per la salute di Vittoria, chiama un medico, il quale però viene pagato dalla donna per mentire sulla diagnosi.
Dopo aver ascoltato il referto del medico, Daniele non è molto convinto che l'uomo gli abbia detto al verità ma accetta comunque il suo consiglio e cerca di assecondarla per non causarle altri traumi e lasciarla vivere per un po' con lui.





Vittoria continua a recitare e si dirige a villa Arismendi per rapire il piccolo Pablo e questa volta ci riesce senza essere vista.
La ragazza, una volta rientrata a casa, finge di avere in braccio suo figlio, frutto dell'amore tra lei e Daniele.
Quest'ultimo, sconvolto, riesce a toglierle il bambino ma in quel momento arriva Eva, che è corsa lì perché non trovava più Paolo.
Vittoria fa in modo che Eva creda che è stato Daniele a portare lì il bambino e di averle promesso di partire insieme per un viaggio, tutti e tre insieme.
Eva è su tutte le furie e si scaglia contro Daniele rimproverandolo di averla nuovamente ingannata. Daniele tenta di spiegarle che Vittoria ha sottratto Paolo perché malata ma la giovane Arismendi insiste e le mostra le valige pronte che il marito le ha fatto preparare per partire con lei e il piccolo.





La vita di Eva e Daniele, nonostante l'uomo abbia chiarito i suoi dubbi sull'innocenza della ragazza, continuano ad essere molto tormentata grazie agli intrighi di Vittoria.
Eva, infatti, pur amando ancora Daniele, è ormai vicina alle nozze con Leonardo e non riesce proprio a fidarsi del suo vero amore, che reputa ancora responsabile della morte di suo padre.
Leonardo, approfittando dello stato di confusione di Eva, decide di chiamare la polizia a villa Arismendi dicendo che la sua futura moglie vuole denunciare un uomo.
Di fronte agli agenti Eva non sa come comportarsi, anche perché, pur soffrendo per la colpevolezza di Daniele, non aveva più intenzione di denunciarlo, visti gli ultimi avvenimenti.
La ragazza, però, su pressione di Leonardo, finisce per denunciare Daniele per l'omicidio del padre e l'uomo viene portato in prigione.






L'arresto avviene davanti agli occhi increduli di Lauretta e di Liliana, che nel frattempo è ospite fissa di Daniele e sta cercando di guadagnarsi la fiducia della ragazzina.
Liliana non perde tempo e rivela a Lauretta che è stata Eva a denunciare suo padre e che è colpa sua se ora non potrà più rivederlo.
Lauretta non riesce a credere alle parole di Liliana e si precipita a casa di Eva per chiederle spiegazioni.
Eva non può negare di essere stata lei a denunciare Daniele ma non fa in tempo a spiegarsi perché Liliana fa in modo che la ragazzina vada via delusa dicendole di essere una persona cattiva.




Eva va a far visita a Daniele in carcere e, pur essendo dispiaciuta per come sono andate le cose tra di loro, le dice che non poteva fare altrimenti perché ciò che ha fatto è troppo grave per tacere.
Daniele le assicura di non avere nulla a che fare con la morte di suo padre ma Eva gli dice che è sicura della sua colpevolezza perché c'è un testimone che ha confermato tutto.
Daniele non capisci chi abbia potuto inventare una cosa simile e, quando viene a sapere che la persona in questione è proprio Leonardo, ricorda che il giorno dell'incidente, il giovane gli aveva chiesto in prestito la sua Ferrari rossa, che poi aveva portato dal meccanico perché era finito contro un albero.
Daniele capisce di essere stato ingannato e che Leonardo ha ucciso il povero Ismaele per poi dar la colpa a lui per farsi bello agli occhi di Eva....






CONTINUA....


Nessun commento:

Posta un commento