venerdì 26 agosto 2016

Trame complete: Potere/Roda de fogo (parte sesta)

In occasione dei 30 anni di "Potere" (Roda de fogo) ecco per voi la quinta parte della trama dettagliata di questa bellissima e intrigante produzione (Capitoli 101-129).
Qui trovate i link per leggere i primi cinque capitoli che ripercorrono questa bellissima storia brasiliana.









51) Renato viene soccorso da alcuni ragazzi e portato in ospedale. Lucia lo aspetta tutta la notte preoccupata ma lui non arriva alla casa al mare e inizia a pensare che si trovi in compagnia di Maura....
Il giorno seguente Labanca e Telma, che ormai sono inseparabili, vanno a far visita a Lucia e pretendono che prenda una posizione nei confronti di Renato, perché sta andando contro la sua etica continuando a frequentarlo. Proprio in quel momento arriva Renato e Telma, appena lo vede, ritira ogni accusa contro di lui, facendo andare Labanca su tutte le furie...



52) Lucia è molto gelosa e chiede a Renato perchè non si sia presentato all'appuntamento alla casa al mare dopo il cocktail per l'inaugurazione della Fondazione Renato Villar. L'uomo non può raccontarle tutta la verità, e cioè che sta per morire, e cerca di sviare il discorso. I due si abbracciano e Lucia sembra decisa ad andare avanti, liberandosi delle sue paure.
Arriva il Natale del 1986 e i soci di Renato festeggiano perché convinti di essere ad un passo da cacciare fuori Pedro dal Gruppo Vilar.
Jacinto, intanto, su ordine di Mario Liberato, va a cercare Maura, che aveva torturato durante il regime militare, per torturarla psicologicamente. La donna in un primo momento non lo riconosce ma, quando l'uomo si toglie gli occhiali, entra in uno stato di shock ma riesce per fortuna a chiamare Joana.
Quest'ultima avverte Renato che Maura ha avuto un'altra crisi e l'uomo si precipita da Mario, convinto che ci sia lui dietro tutto.
Mentre Maura viene internata in una clinica, Renato affronta Mario e Jacinto gli impedisce di aggredire il suo adorato padrone.



53) Carolina, intanto, non accetta di aver perso il marito e va fino alla casa al mare con l'intento di sedurlo. Renato però è stanco di lei e, in seguito a quanto accaduto a Maura, è ancora più irascibile e la caccia via con violenza.
Arriva l'ultimo dell'anno: il 1987 sta per arrivare. Pedro e Annamaria sembrano essersi riavvicinati, Renato e Lucia trascorrono momenti indimenticabili alla casa al mare, Jacinto e Mario festeggiano i loro "successi", mentre Carolina è sempre più acida e rancorosa e decide di non arrendersi: se non riuscirà a riavere Renato, nemmeno Lucia lo avrà.


54) Durante una riunione al Grupo Villar, Felipe non riesce a contenersi dalla rabbia nel sentire le battute sarcastiche di Mario Liberato e lo aggredisce davanti a tutti. Renato separa i due ma poi, una volta solo con il figlio, ride del suo gesto e non nasconde la sua soddisfazione nel vederlo picchiare Mario.



55) Una sera, durante uno dei suoi incontri con Lucia, Renato si sente male e viene colpito da un terribile mal di testa davanti alla donna che ama. Lucia è preoccupata ma Renato cerca di tranquillizzarla e cambia argomento. Mentre Labanca continua a fare pressioni a Lucia riguardo ai documenti che incriminano Renato, quest'ultimo si separa legalmente da Carolina.
I problemi però aumentano quando i debiti del Grupo Villar aumentano e l'impresa corre seri rischi: l'uomo è costretto dai soci a lasciare la presidenza a Mario.
L'uomo poi decide di vendere il 40% delle sue azioni ma non trova nessun compratore se non lo stesso Mario Liberato. Renato sa benissimo che lui non possiede tutti quei soldi e cerca di capire chi c'è dietro di lui. Allora va a New York con il dottor Moises per tentare di risolvere in prima persona i problemi con la Trans European Bank, e ne approfitta per iniziare le cura per il suo angioma.
Proprio mentre sta per partire, però, viene fermato da alcuni agenti di polizia che lo portano in carcere. Mario liberato festeggia la sua vittoria.


56) Alla casa al mare si presenta Maura e, ricordando i vecchi tempi, i due si avvicinano. La donna bacia Renato e poi scappa via. Il giorno seguente è Carolina a raggiungerlo, sperando ancora in una riconciliazione ma va via ferita. Più tardi è Marcos Labanca a fargli visita, i due litigano furiosamente e dopo la discussione il giudice va via senza sapere di aver lasciato Renato a terra in preda ad una delle sue crisi. Lucia rientra e lo trova svenuto sul pavimento e chiama i soccorsi.


57) Mentre Renato viene portato in ospedale, Mario Liberato "gioca" con Benson e finge di volergli sparare, facendolo spaventare. In realtà l'arma è scarica ed è l'ennesimo scherzo di cattivo gusto nei suoi confronti. Lucia, intanto, è preoccupatissima per Renato e decide di rovistare tra le sue cose, sicura che l'uomo le nasconda qualcosa di grave. La donna non può credere ai suoi occhi quando legge in un referto medico che Renato è affetto da angioma cerebrale. Lucia ne parla con il medico di Renato e scoppia in lacrime quando tutto le viene confermato...



58) Mario Liberato ordina ad Anselmo Dos Santos di introdursi nella casa al mare di Renato e montare un apparecchio per controllare il telefono così che lui possa ascoltare le conversazioni dell'uomo. Mario viene a sapere così che i documenti che lo incriminano sono nelle mani di Lucia e che la donna uscirà portandoli con sé di notte.
Gli uomini di Mario seguono Lucia e le rubano i documenti, lasciando la donna nel panico.
Lucia racconta l'accaduto a Marcos Labanca e a Renato, il quale scopre il trucco usato da Mario.
Renato scopre che Carolina, dopo averlo sorpreso con Maura, ha iniziato una relazione con Mario e, che presto lo sposerà. Pieno di rabbia per ciò che ha fatto, lo picchia davanti a tutti.
Mario, però, riesce ad ottenere ciò che vuole e diventa il padrone della villa, sostituendo il suo grande nemico Renato Villar.


59) Delusa dal comportamento della madre, Helena va via di casa e si trasferisce con il padre. Il tempo trascorso insieme fa' sì che i due si riconcilino e capiscano meglio.
In un momento di debolezza, Renato e Maura dormono insieme, ma vengono sorpresi da Lucia. Maura, però, le dice che è stata lei a provocarlo e che si sono lasciati trasportare dai ricordi del passato poiché l'uomo ama profondamente Lucia.
Stanco delle macchinazioni di Mario, Renato decide di agire e mette in atto un piano diabolico per sbarazzarsi dei suoi 5 nemici: Mario, Werner, Paulo, Felipe e Jacinto.



60) Uno ad uno, i nemici di Renato, si mettono l'uno contro l'altro finendo per venire eliminati senza che l'uomo si sporchi le mani con il loro sangue. Benson viene ucciso da Jacinto su ordine di Mario, il quale decide di cacciarlo via dalla villa per evitare complicazioni. 
Poi, pur provando una passione per il suo maggiordomo, manda Anselmo ad ucciderlo investendolo con una macchina.
Felipe inizia ad essere preoccupato dopo la morte di Benson e Jacinto, e finisce infatti per essere la prossima vittima, proprio il giorno del matrimonio tra sua sorella Ana Maria con Pedro.
Mario Liberato ordina ad Anselmo di uccidere Paulo Acosta e sarà proprio Telma a trovare il suo cadavere nella piscina, come era accaduto per suo marito Celso Rezende.





61) Renato è riuscito ad impossessarsi delle azioni dei suoi ex nemici, ormai defunti, ma gli resta solo un nemico, il più grande: Mario Liberato.
Dopo una commovente scena con Pedro, al quale racconta la verità sul suo stato di salute, Renato si prepara a rivelare tutto anche a Carolina e a sua figlia.
Carolina rompe il suo fidanzamento con Mario e lo caccia di casa.
Lucia, che gli è stata accanto nei momenti più difficili, gli confessa di aspettare un bambino da lui.



62) Dopo aver saputo della gravidanza di Lucia, Renato cambia testamento e continua a raccontare le sue vicende a Gilberto, perché scriva una biografia.
Mario Liberato è sospettato di aver ucciso Celso e Paulo e viene a sapere dello stato di salute del suo rivale, che nel frattempo ha scoperto dove sono stati nascosti i cadaveri di Felipe e Jacinto.
Mario si presenta a casa di Renato che, davanti a lui, inscena uno dei suoi attacchi di emicrania e finge di svenire.
La polizia, intanto, riceve una confessione scritta di Renato e si precipita alla villa per tentare di catturarlo prima che fugga.
Arrivati sul posto, i poliziotti trovano Mario che dice loro che Renato si trova svenuto sul suo letto. Renato, però, è già fuggito via e sul letto ha lasciato delle macchie di sangue.
Mario Liberato viene imprigionato e accusato degli omicidi dei suoi ex soci, compresa quella di Renato Villar.



63) Mario Liberato rilascia un'intervista in tv e accusa Renato di aver commesso i crimini con la complicità di Anselmo dos Santos. Quest'ultimo, vedendosi tradito dall'uomo, lo raggiunge proprio mentre alcuni giornalisti gli stanno facendo alcune domande e lo uccide armato di pistola.
Dopo alcuni giorni, Lucia parte per un viaggio e raggiunge il suo amato Renato su un'isola paradisiaca. I due finalmente possono vivere felici gli ultimi giorni di vita che restano a Renato.


64) Alla villa, intanto, Tabaco riceve una visita inaspettata: sua moglie, già madre di tre bambini, gli comunica di aspettarne un quarto.
Gilberto conclude la stesura del libro dedicato alla vita di Renato ed è un successo.
Helena si riavvicina a lui e il giovane le autografa il libro scrivendole un romantico "Ti amo".
Lontani da tutti Renato e Lucia trascorrono momenti bellissimi.
L'uomo è felice che la donna voglia chiamare suo figlio proprio come lui. Mentre accarezza la pancia della sua amata, muore.
Pedro conquista la presidenza del Grupo Villar e riesce a riappacificarsi con sua sorella Helena, che diventa sua socia.

FINE

Nessun commento:

Posta un commento